IL MONDO PUNTA GLI OCCHI SULL’EUROPA E SULL’ITALIA. E CRESCE LA PREOCCUPAZIONE.

L’estate è cominciata già da qualche settimana, ma il fastidio opprimente non è dato dal caldo che talvolta diventa insopportabile, soprattutto se si vive in città e non si ha la possibilità di rinfrescare le membra nell’acqua fresca del mare.

Le zanzare sono solo un lontano ricordo e le notti insonni a spalmarsi il corpo di creme antiprurito hanno lasciato il passo a sonni agitati in cui tornano alla mente tutte le notizie e le dichiarazioni memorizzate durante il giorno. I vari capi di Stato che si incontrano qua e là per il mondo e non hanno ancora trovato una soluzione alla crisi che ci attanaglia, popolazioni in rivolta contro la necessaria austerity, guru della finanza che si attendono a breve l’uscita dall’Euro dei Paesi in difficoltà e guru della finanza2 che si attendono a breve l’uscita dall’Euro dei Paesi più virtuosi. Intanto il Fondo Monetario Internazionale ha previsto per il 2013 la ripresa economica e, finalmente, siamo arrivati al punto centrale.

Negli ultimi anni la nostra bombola di ossigeno era la costituita dalla Grande Cina che continuava a crescere al ritmo del 10-12% all’anno. Ora che in Oriente le stime di crescita sono scese al 6,5-7% per i prossimi dodici mesi ci dobbiamo dare una mossa, dobbiamo fare da soli e ci dobbiamo svegliare. Le possibilità ci sono ma occorre agire con lungimiranza, interventismo e coesione. Fare e non chiacchierare senza direzione e litigare mentre la nave affonda.

La cultura del fare che appartiene a BorsaExpert.it e MoneyExpert.it che approfittano di questi momenti di incertezza per incrementare le risorse destinate alla ricerca e allo sviluppo di strategie sempre più efficienti ed efficaci. Molto abbiamo fatto anche negli ultimi anni e i risultati sono visibili a tutti con molti portafogli, soprattutto di fondi ed etf, che stanno strabattendo i rispettivi benchmark con performance da inizio anno anche superiori al 10%. Anche i portafogli azionari diretti si stanno comportando molto bene in confronto all’andamento del mercato e questa è la riprova che una strategia basata sulla flessibilità e sulla dinamicità paga.

Noi, i nostri Clienti affezionati lo sanno benissimo, non abbiamo mai fatto previsioni sulle future tendenze di mercato e mai le faremo, non perché non amiamo sbagliare, ma semplicemente perché le cose possono cambiare in maniera talmente rapida che nel giro di poco tempo (minuti e non mesi) sarebbe necessario dire tutto e il contrario di tutto. A fare questo ci pensa quotidianamente la maggior parte degli analisti e in questo ci vogliamo differenziare, commentando ciò che succede sulle pagine di MoneyReport e rimanendo sempre coerenti con le strategie da noi adottate.

Di analisi tecnica, tuttavia, si può parlare e ci divertiamo a guardare ciò che i prezzi ci indicano per cercare di intravvedere una possibile futura tendenza.

Il FTSE All Shares del merc[s2If role=”access_s2member_level1″]ato italiano (di cui inseriamo qui sotto l’andamento) non è riuscito a violare l’importante resistenza costituita dai 15.500 punti ed è stato respinto verso gli attuali 13.725. E’ molto probabile che le quotazioni tornino verso i 13.500, soprattutto se le notizie relative alle recenti preoccupazioni sulla stabilità dell’Euro non tranquillizzeranno i mercati.

La violazione al ribasso dei 13.500 punti farebbe tornare le quotazioni verso i minimi di 13.000 punti prima e 12.100 successivamente.



Per restare sempre aggiornato segui MoneyReport.it anche su Facebook, diventando amico della nostra pagina : http://www.facebook.com/pages/MoneyReportit-Salvatore-Gaziano-e-Roberta-Rossi-Associati/209180319158010 oppure su Twitter www.twitter.com/MoneyReport



Hai bisogno di ricevere una consulenza personalizzata?

Pensi che la crisi di Eurolandia possa abbattersi in modo negativo sui tuoi investimenti?

Richiedi un CHECK-UP gratuito del tuo portafoglio inviando una email a
Roberta Rossi (roberta.rossi@moneyexpert.it) oppure contatta (orario ufficio) il Numero Verde 800.91.31.24

consulente finanziario indipendente titolare del sito MoneyExpert.it

[/s2If]

Articolo a cura di

Francesco Pilotti

Responsabile Ufficio Studi

Non lo si è mai visto mai dare i numeri nonostante passi le giornate lavorative davanti a migliaia di numeri che scorrono sui monitor