Ho visto che in portafoglio ci sono dei titoli che hanno raggiunto un guadagno del 25%: perché non li vendiamo al raggiungimento di un determinato guadagno (esempio il 25%) invece di attendere con il rischio magari di rivenderlo dopo con un guadagno minore quando il titolo inizia a scendere?

Sarebbe certo bello avere un portafoglio di titoli su cui non fare nulla, che salgono (o quasi) solamente. Ma i mercati finanziari, e sempre più frequentemente, ci dicono che il futuro può essere diverso dal passato. E non adeguarsi può costare caro. In termini di opportunità perse o scelte sbagliate che è meglio rivedere. Sui nostri portafogli non viene mai fissata a priori una percentuale al raggiungimento della quale (in guadagno o in perdita) vendere il titolo.