Banche a prova di futuro: nuovi rischi da tenere d’occhio

Il sistema bancario mondiale è pronto per il futuro? Le Autorità di vigilanza pongono l'attenzione sui rischi ambientali e digitali

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Per rendere le banche a prova di futuro, l’attenzione delle autorità di vigilanza si sta spostando verso altri tipi di rischio, oltre a quelli tradizionali, come quelli ambientale e digitale.

Dal punto di vista dei requisiti patrimoniali l’”appetito degli standard setter” su eventuali aumenti di capitale potrebbe essere limitato a causa delle preoccupazioni per la sostenibilità del modello di business. Si legge in un interessante report della società americana S&P Global Ratings.

 

L’uniformità della normativa è ancora lontana

 

Il Comitato di Basilea si sta concentrando sull’assicurare un completamento uniforme e tempestivo degli standard già concordati. Questo compito è cruciale ma non sarà facile. Gli standard concordati a livello globale, per l’entrata in vigore, devono essere recepiti dai singoli Paesi. S&P ritiene che ci potrebbero essere ancora delle divergenze per diverse ragioni:

Compiacimento: le banche hanno resistito finora allo shock causato dalla pandemia, quindi i politici potrebbero non credere che siano necessarie regole più severe

Fattibilità del modello di business: in un’era di tassi d’interesse bassi e più lunghi la redditività delle banche in molte regioni sembra essere una maggiore fonte di preoccupazione, anche per le autorità di vigilanza.

Banche come canali per la politica monetaria: la resilienza delle banche ha permesso alle autorità di vederle come un mezzo per attuare le politiche economiche e monetarie e ridurre i danni economici dovuti dai lockdown.

Alcune autorità potrebbero continuare a dare priorità alla politica interna a breve termine rispetto alla resilienza a lungo termine delle banche e al coordinamento globale.

 

Requisiti di capitale: aumento in vista?

 

L’entrata in vigore a regime di Basilea III contribuirà alla riduzione dell’eccessiva variabilità nel calcolo delle attività ponderate per i rischi, favorendo così la trasparenza e la parità concorrenziale (Fonte: Banca d’Italia).

… continua a leggere su SoldiExpert Lab

SoldiExpert LAB SoldiExpert LAB