Quelle banche in prima fila sull’educazione finanziaria che poi si defilano quando si tratta di rimborsare i clienti

Alcune banche non adempiono ai propri doveri. Diffondono l'educazione finanziaria e poi si defilano quando devono rimborsare i clienti

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Sul Fatto Quotidiano di sabato scorso Nicola Borzi non manca di notare il comportamento ambiguo e incoerente di alcuni degli istituti più impegnati a diffondere l’educazione finanziaria che poi si defilano quando si tratta di rimborsare i propri clienti in seguito a decisioni a loro sfavore dell’Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF) su casi di risparmio tradito. Quali le conseguenze per i clienti di questa maleducazione finanziaria?

Il Cliente è costretto ad andare in causa, perdendo tempo e denaro, quando l’Arbitro che è gratuito ed composto da persone molto competenti in materia – come testimoniato da diversi esperti- gli ha già dato ragione.

 

>>Il tuo portafoglio è robusto, adeguato e paghi il giusto? Richiedi una consulenza senza impegno<<<

 

Tra gli istituti che più se ne fregano delle pronunce dell’Arbitro per le Controversie Finanziarie troviamo Poste Italiane (con 199 reclami disattesi dal 2016, di cui 196 l’anno scorso), Intesa Sanpaolo (92 pronunciamenti disattesi nel 2019, 90 nel 2020). Tra le altre banche inadempienti spiccano poi l’ex Ubi (19, 18), Banca popolare pugliese (6,6), UniCredit (4,1), Findomestic (2,0), Bpm (2, 0), Bper (1,1), Popolare di Ragusa (1,1), Carige (1,0), Mps (1,1) e Credem (1,0).

Alcuni di questi istituti hanno partecipato nel mese di ottobre a numerose iniziative di educazione finanziaria e hanno propri dipendenti a capo di istituzioni incaricate di diffonderne il verbo come la Fondazione per l’Educazione Finanziaria (Feduf istituita dall’Abi). Nicola Borzi ha calcolato che alle otto banche i cui rappresentanti fanno parte del consiglio della Feduf fanno capo 124 decisioni non adempiute a favore dei clienti davanti all’ACF dal 2016 a oggi, di cui ben 119 nell’ultimo anno.
E’ proprio il caso di dirlo, oltre al danno la beffa 😡