Che quota dare a Bitcoin e criptovalute nel proprio portafoglio?

La banca americana Goldman Sachs avverte i suoi clienti privati di considerare sempre bitcoin e criptovalute per il momento sempre troppo volatili e pericolose.

Goldman Sachs ritiene che queste non rappresentino una nuova classe di attività che merita un posto, per quanto piccolo, in un portafoglio diversificato sia come investimento a breve che a lungo termine. Questa è la conclusione di una presentazione sulle prospettive economiche negli Stati Uniti e le sue implicazioni per l’inflazione, l’oro e il bitcoin, fatta da Sharmin Mossavar-Rahmani, direttore degli investimenti nella gestione patrimoniale privata della banca.

Bitcoin e criptovaute non sono una nuova classe di attività che merita un posto, per quanto piccolo , in un portafoglio diversificato. Gonfiato dalle bolle e usato dall’economia informale, il bitcoin non protegge dall’inflazione, secondo la banca.

Il suo prezzo è troppo volatile e il collegamento con altri mercati troppo instabile per offrire diversificazione e riduzione del rischio. Sharmin Mossavar-Rahmani, era già stata molto sospettosa nell’estate del 2018 durante l’anno dello scoppio della bolla. Il declino del Bitcoin sarebbe continuato, ha detto.
Sebbene gli hedge fund trovino interessanti le criptovalute data la loro elevata volatilità, questa attrattiva non è una ragione praticabile per gli investimenti”, ha affermato questa settimana. Goldman Sachs è storicamente uno dei principali “primi broker” di hedge fund, ma non per quelli specializzati in criptovalute e bitcoin.
Il 30 novembre 2017, quando il bitcoin valeva $ 9.700, Lloyd Blankfein, allora presidente della banca aveva dichiarato su “Bloomberg Television” che “qualcosa che varia del 20% dall’oggi al domani non può essere considerato valuta. È un modo per frodare .

“Bitcoin non fa per me” e se un cliente della banca chiedesse di acquistarlo, Goldman Sachs gli consiglierebbe di contattare un’altro intermediario. Bitcoin e il suo mercato devono essere molto più liquidi e meno volatili per le banche impegnate a mantenere in vita la propria credibilità e reputazione, allocando risorse finanziarie e umane.

Per Goldman Sachs, i rischi non sono abbastanza pagati e per chi volesse capire i pro e contro (più numerosi dei contro) pubblichiamo di seguito lo studio integrale che SoldiExpert SCF ha redatto per la rivista dei commercialisti per spiegare il “Fenomeno Bitcoin” affinchè si possa comprendere il funzionamento e perchè non è tutto oro quello che luccica.

Continua a leggere su…

Continua a leggere l'analisi su SoldiExpertLAB Continua a leggere l'analisi su SoldiExpertLAB

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI