Come vanno le banche in questo scenario pandemico ? Il punto sul settore dopo le prime trimestrali europee e Usa

Come vanno le banche in questo scenario pandemico? Male ma non malissimo a vedere l’andamento dei dati al primo trimestre dove l’effetto Covid-19 ha impattato ancora in modo parziale.

I risultati trimestrali diffusi in questi giorni ci raccontano comunque già qualcosa.

Nel primo trimestre, i profitti di Banca Santander , colosso spagnolo del settore forte anche in America Latina, sono crollati di oltre l’80% a soli 330 milioni di euro.

Ciò è dovuto ai preparativi per una brutale recessione e un’ondata di fallimenti. Gli accantonamenti per perdite su crediti sono aumentati di 1,6 miliardi di euro a poco meno di quattro miliardi di euro. Prima della pandemia, Santander era considerata una delle banche più solide in Europa.

Il conto sembra anche pesante per lo spagnolo Santander. Abituata alle grandi disposizioni, data la sua esposizione ai mercati brasiliano e messicano e al credito automobilistico negli Stati Uniti, la banca ha stanziato 3,9 miliardi di euro – un record – di cui 1,6 miliardi direttamente collegato alle conseguenze della crisi del Coronavirus. L’utile netto è precipitato dell’82% a 331 milioni di euro, con un fatturato in calo del 2% a 11,8 miliardi.

In questo contesto, il gruppo ha dichiarato di non essere in grado di fornire obiettivi chiari per l’anno in corso. ”  Esamineremo i nostri obiettivi strategici non appena avremo una comprensione più completa dell’impatto della crisi ” , ha  dichiarato il CEO Ana Botin in una nota, aggiungendo che ”  rimaniamo fiduciosi nei fondamenti del modello bancario  “.

In occasione della pubblicazione dei risultati trimestrali, HSBC, uno dei più grandi gruppi bancari al mondo,  ha annunciato martedì di aver stanziato 3 miliardi di dollari per far fronte alle conseguenze della crisi. Cinque volte più di un anno fa, nello stesso periodo. Parte di queste disposizioni è legata all’esposizione della banca sino-britannica alla perdita di $ 800 milioni da parte del broker petrolifero Hin Leon Trading , con sede a Singapore.

Tali accantonamenti, superiori alle previsioni degli analisti finanziari, hanno un impatto diretto sui risultati della banca: utile netto dimezzato nel primo trimestre a 3,2 miliardi di dollari (2,95 miliardi di euro) , per un calo del 5% dei ricavi a 13,7 miliardi.

Continua a leggere su…
Continua a leggere l'analisi su SoldiExpertLAB Continua a leggere l'analisi su SoldiExpertLAB

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI