DEBUTTO IN BORSA POSITIVO PER BANCO BPM. E IL SETTORE DEL LUSSO SI POTREBBE RIVELARE UNA BUONA OPPORTUNITA’ PER IL 2017

L’esordio per Banco Bpm a Piazza Affari è stato molto positivo: il titolo ha recuperato dopo le consistenti vendite ma il lusso resta un opportunità di investimento per il 2017. Francesco PIlotti, a Caffé Affari, la trasmissione di ClassCNBC, espone questi argomenti e molto altro...

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

L’esordio per Banco Bpm a Piazza Affari è stato molto positivo con un guadagno del 9% e chiusura a 2,5 euro. Il titolo del nuovo gruppo bancario nato ufficialmente ieri dalla fusione di Banco Popolare e Banca Popolare di Milano ha recuperato dopo le consistenti vendite che avevano interessato le azioni del Banco e della Bpm nelle ultime settimane del 2016. Le prospettive in Borsa appaiono positive se si guardano le sinergie potenziali della fusione, soprattutto dal punto di vista del taglio dei costi, anche se l’aspetto cruciale è legato all’esecuzione del piano di riduzione di 8 miliardi di crediti deteriorati.

Per il 2017 una buona opportunità potrebbe essere rappresentata dal comparto moda-lusso che negli ultimi anni non ha attirato gli investitori come avveniva un tempo. Luxottica, Tod’s, Yoox e Hugo Boss hanno chiuso il 2016 con una perdita attorno al 15%, Salvatore Ferragamo ha chiuso più o meno in equilibrio con le quotazioni di fine 2015 e solo Monclear ha chiuso con un deciso rialzo grazie alle ultime trimestrali che sono state molto positive. Quest’ultimo è il titolo di punta del settore dato che ha ufficializzato una crescita delle vendite un po’ in tutte le aree geografiche, dal Giappone all’America, dall’Europa all’Asia.