Diffamazione via social, furto di dati, ricatti informatici e truffe finanziarie: Radioborsa intervista l’Avvocato Marraffino

Internet e i social network hanno moltiplicato le nostre possibilità di esprimerci, comunicare e agire. Quali sono i reati informatici più frequenti di cui possiamo cadere vittime o essere accusati?

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

TOL Summit 2021

L’avvocato Marisa Marraffino ha deciso di specializzarsi in un ambito molto particolare: il cybercrime traducibile in italiano con reati informatici ovvero l’insieme di tutti quei comportamenti e azioni “nuove” ma configurabili come delittuose e quindi punite, rese possibili dall’utilizzo sempre più massiccio di internet e dei social network: dalla diffamazione via social, al furto di dati, dai ricatti informatici alle truffe finanziarie.

Una professione nuova nel campo del diritto quella di tutelare persone vittime di crimini informatici ma assistiamo sempre di più a persone che vengono accusate di reati che non pensavano di avere commesso.

 

Quali sono i reati informatici più comuni su internet e via social?

 

Tra i nuovi reati informatici portati da internet e dall’uso intensivo dei social network la diffamazione verso persone fisiche o istituzioni, per non parlare di quei lavoratori che usano la loro bacheca personale per parlare male o malissimo dell’azienda di cui lavorano. E in alcuni casi rischiano grosso come spiega in questa intervista a RadioBorsa, la podcast radio di SoldiExpert SCF, l’avvocato Marisa Marraffino, che vanta una delle esperienze più lunghe sui reati informatici.

RadioBorsa, il canale podcast di SoldiExpert SCF RadioBorsa, il canale podcast di SoldiExpert SCF

Come difendersi dal Cybercrime? E in particolare dalle truffe finanziarie su internet e via social?

La fiducia acritica non aiuta. A volte c’è molta più fiducia nel truffatore che delle istituzioni e questo la dice lunga su come sono diventati bravi: la fiducia che l’utente ripone in loro è così ampia e rassicurante da dare a questi truffatori intere eredità ricevute dai parenti che poi ovviamente spariscono” spiega a RadioBorsa l’Avvocato Marraffino parlando dei sempre più frequenti reati relativi a truffe finanziarie via internet perpetrate su soggetti eccessivamente fiduciosi del mezzo e completamente sfiduciati sui canali tradizionali e consueti per investire i propri risparmi.

 

Diffamazione via social, furti di dati, ricatti informatici e truffe informatiche: a chi rivolgersi

 

Dal 2013 il Tribunale di Milano ha istituito uno sportello a tutela delle vittime dei reati informatici, anche grazie al contributo dell’Avvocato Marraffino. Che mette in guardia anche in questa intervista da reati apparentemente innocui come parlare e sparlare di qualcuno o qualcosa sulla propria bacheca personale: non c’è niente di più pubblico, nel caso di internet e dei social, di quello che sembra privato. Ed è passibile anche di essere configurato come un reato: la diffamazione, con le ovvie conseguenze del caso.

Ascolta su Radioborsa (di cui scaricare l’app sia su Android che su iPhone o puoi ascoltare su piattaforme come Spotify, iTunes Podcast, Google Podcast, Spreaker….)  questa intervista a Marisa Marraffino, avvocato specializzo in reati informatici e autrice di numerosi libri fra cui “Come non perdere il lavoro, la faccia e l’amore al tempo di Facebook“, (Cantagalli editore) e “Il bullismo spiegato a genitori e insegnanti” (Laurana editore) e collabora con Il Sole 24 Ore.

 

L’intervista è disponibile in formato podcast. Buon ascolto!

 

 

Qui l’intervista è disponibile in formato video. Buona visione!