IL GIOCO DELL’OPA E IL CASO CAD IT. ANALISI FONDAMENTALE E TRAPPOLE (L’Esperto risponde)

“Sono un piccolo risparmiatore e all’epoca del collocamento nel lontano 2000 ho acquistato delle azioni CAD IT convinto del business della società e delle prospettive possibili di crescita. Purtroppo il timing non è stato molto corretto e il titolo dall’epoca è sceso in modo significativa nonostante i dividendi incassati e il fatto che ogni tanto ho cercato di mediarne il prezzo.

Ora ho saputo che la società ha annunciato di voler lanciare un’offerta pubblica di acquisto sul titolo a 5,3 euro proprio quando le prospettive della società sembravano sul punto di decollare e se il titolo verrà ritirato dal mercato a questi prezzi non potrò che capitalizzare una discreta perdita. Cosa ne pensate di questa offerta? Il prezzo è giusto?”

Risparmiatore bresciano

 

La risposta di Salvatore Gaziano, responsabile strategie d’investimento di SoldiExpert.com

(se anche tu vuoi rivolgerci delle domande, visita questa pagina del nostro sito – L’Esperto Risponde – e registrandoti gratuitamente potrai scriverci un quesito su titoli, prodotti finanziari e argomenti legati agli investimenti finanziari: i nostri esperti nel giro di qualche giorno ti invieranno una risposta sintetica e se la tematica è particolarmente interessante le dedicheranno un’analisi più approfondita che sarà pubblicata su questo blog)

Lunedì scorso è stato comunicato al mercato che sul titolo Cad It gli attuali azionisti di maggioranza faranno un’offerta pubblica di acquisto con l’obiettivo di rastrellare il flottante per procedere in caso di successo al delisting.

Prezzo offerto: 5,30 euro per azione per un esborso complessivo in caso di adesione totalitaria di 40,8 milioni. Le famiglie oggi azioniste di maggioranza relativa costituiranno secondo le intenzioni dichiarate una holding che aumenterà il capitale con il conferimento della totalità delle azioni Cad It di cui sono proprietarie Giulia Del Cortivo e Liliana Lanza e, ad esito del conferimento, la holding sarà detenuta per il 38,5% da Paolo del Cortivo, per un altro 38,5% da Giulia Del Cortivo e da Lanza per il 28,9%.

Per finanziare questa offerta pubblica di acquisto chi lancia l’opa farà ricorso a un prestito obbligazionario non convertibile sottoscritto dai fondi gestiti da Magnetar Capital, un hedge fund basato negli Stati Uniti.

E il corrispettivo dell’offerta incorpora un premio dell’8,2% rispetto al prezzo ufficiale unitario di chiusura delle azioni registrato nell’ultimo giorno di negoziazione di venerdì 16 febbraio.

Raccontata così la proposta può sembrare generosa e chi detiene il titolo sarebbe felice di disfarsene per portare a casa una simpatica plusvalenza.

Ma c’è un altro modo di vedere queste offerte di delisting sul mercato azionario italiano ed è quello di valutare se il prezzo offerto è corretto e se gli azionisti di minoranza vengono “liquidati” al giusto prezzo.
Purtroppo come già diverse volte ho messo in evidenza in occasioni di altre Opa soprattutto su…

Sì, VOGLIO CONTINUARE A LEGGERE

REGISTRATI GRATIS per poter visualizzare tutti i contenuti e ottenere l'accesso al SoldiExpert Club

* Il nome è un'informazione obbligatoria
* Il cognome è un'informazione obbligatoria
* Il tuo indirizzo email è un'informazione obbligatoria e sarà usato anche come nome utente di accesso al sito, quindi inserisci quello che usi maggiormente
Digita due volte la tua email per evitare errori.
Ti chiediamo il numero di telefono solo per contattarti in caso di problemi.
*Campi obbligatori

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check up gratuito e una valutazione del tuo portafoglio

PARLA CON NOI