GLI ITALIANI NON INVESTONO FINCHE’ NON PENSANO DI TROVARE UN SEDICENTE PRINCIPE AZZURRO. CHE PERO’ PUO’ RIVELARSI UN MASCALZONE PERCHE’ GLI “INVESTIMENTI PERFETTI” NON ESISTONO

E’ sconsolante leggere a proposito dell’indagine sulle scelte di investimento delle famiglie italiane a cura della Consob del rapporto ancora irrisolto degli italiani con il mondo degli investimenti.

GLI ITALIANI NON VOGLIONO RISCHIARE
Come nota giustamente l’esperto di finanza comportamentale Ruggero Bertelli, dell’università di Siena, intervistato da Plus Il Sole 24 Ore “non voler rischiare”… è una affermazione sciocca, che non si applica a nessun ambito della nostra vita. Quando prendiamo l’aereo, o l’automobile, o quando accompagniamo nostro figlio scuola…In nessuno di questi casi diciamo “sto rischiando”. ”
Ma quando si passa al campo degli investimenti, la musica cambia. E così molti italiani si tengono liquidi finchè non arriva il presunto “investimento perfetto” che offre rendimenti magari elevati e nessun rischio.
Ricorda un po’ il principe azzurro, un tizio che semplicemente non esiste.

 

>>CLICCA QUI E SCARICA i nostri migliori suggerimenti per investire in modo intelligente secondo la taglia del tuo patrimonio<<<

 

IL MITO TOSSICO DEL PRINCIPE AZZURRO
Spesso nella realtà quello che si pensava fosse il principe azzurro si rivela un mascalzone e da lì partono le generalizzazioni, in Borsa e nella vita. “Gli investitori fanno riferimento alla loro esperienza e generalizzano” spiega Bertelli.
Se hanno avuto un amico o un parente che hanno investito in un titolo in Borsa, o se i soldi li hanno persi loro, di titoli non ne vogliono più sentir parlare.” Come una donna insomma che anziché ammettere di aver incontrato un mascalzone, dice che tutti gli uomini sono dei mascalzoni.
Il problema è che così si finisce per giocare al ribasso e precludersi per sempre delle opportunità “anche quando gli orizzonti temporali sarebbero tali – fa notare Bertelli – da prendere solo il beneficio (e non il rischio) di un’esposizione diversificata all’investimento azionario».

LA SFIDA PIU’ IMPORTANTE: PIANIFICARE
Tra le lacune dei risparmiatori italiani, oltre a questo atteggiamento approssimativo nei confronti dell’investimento, scarse conoscenze sui prodotti finanziari e una progressiva erosione del risparmio accumulato. Manca soprattutto una cultura della pianificazione secondo il professor Bertelli. E’ questa la grande sfida da vincere.
“Non dobbiamo insegnare alle persone la differenza tra azioni ed obbligazioni – spiega l’esperto nell’intervista a Plus – Dobbiamo far comprendere gli effetti drammatici conseguenti ad una mancata pianificazione di risorse, obiettivi, risparmio di fronte alle sfide che le famiglie di oggi sono chiamate ad affrontare».
In coppia e nella vita. Con buona pace del Principe Azzurro e dell’Investimento Perfetto.

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI