I titoli TOP (ENGINEERING) e FLOP (RCS) della settimana

Ecco i titoli che si sono distinti nell’ultima settimana al rialzo e al ribasso. Si distingue ENGINEERING (+15,05%) mentre scivola RCS (-10,92%). Questa pazza, pazza Borsa... vista con una punta (naturalmente di matita e di colore rigorosamente rosso o blu) di ironia. Per cercare di sorridere (se è possibile) anche dei continui saliscendi

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

TOP

ENGINEERING

ENGINEERING

Settimana alla grande per Engineering, società specializzata nell’information technology.
La società torinese ha chiuso il 2014 con risultati brillanti come fatturato e soprattutto redditività con un forte aumento della cassa. Si incrementa il dividendo e cresce il programma di internazionalizzazione anche tramite acquisizioni.
E a proposito di acquisizioni è sempre notizia di questa settimana che il fondo sovrano del governo norvegese è entrato proprio nel capitale di Engineering con poco meno dell’1,7% del capitale. E a Piazza Affari, complice anche l’ingresso dei norvegesi, il titolo s’infiamma…

FLOP

RCS

RCS MEDIAGROUP

Ancora una settimana negativa per RCS il cui titolo è stato fra i peggiori a Piazza Affari. Pesa negativamente il pessimo andamento della raccolta pubblicitaria ma anche l’eterna questione della governance della società che a breve dovrebbe nominare un nuovo presidente del gruppo e questo potrebbe rimettere in discussione la figura dell’amministratore delegato e anche la figura del direttore del Corriere della Sera. I soci importanti di RCS (e in maggioranza c’è il gruppo FCA di Elkann/Marchionne) sembrano ciascuno marciare per conto proprio e in questi giorni presso Mediobanca l’amministratore delegato Scott Jovane ha incontrato gli analisti finanziari per parlare del futuro della società secondo la sua visione.
Considerando che dopo le sue parole il titolo è stato fra i peggiori della seduta forse era meglio non parlarne