I TITOLI TOP (IREN) e FLOP (PIRELLI & C.) DELLA SETTIMANA

Ecco i titoli che si sono distinti nell’ultima settimana al rialzo e al ribasso. Si distingue IREN (+17,77%) mentre affonda PIRELLI & C. (-8,03%). Questa pazza, pazza Borsa… vista con una punta (naturalmente di matita e di colore rigorosamente rosso o blu) di ironia. Per cercare di sorridere anche dei continui saliscendi.

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

TOP

Logo di Iren

Dopo le perdite del 2011 Iren, la multiutility frutto della fusione delle ex municipalizzate del centro Nord, sbanca questa settimana a Piazza Affari. Merito dell’utile a oltre 152 milioni di euro realizzato nel 2011 con ricavi saliti del 22,9% a 4.327,8 milioni di euro. E nel documento approvato dal cda si ribadisce l’entrata in esercizio del mega inceneritore di Parma il cui blocco alla realizzazione aveva portato alla vittoria di Federico Pizzarotti del Movimento 5 Stelle. Insomma alla fine sembra proprio che si farà. Si discute ora sulla massima sicurezza ambientale  ha detto il presidente Iren che a breve incontrerà il sindaco a 5 Stelle. Ma non lo si chiamerà più inceneritore ma “Polo ambientale integrato di Parma”. E Piazza Affari (anzi il Polo delle speculazioni finanziarie di Milano) festeggia.

FLOP

Pirelli Pneumatici ITALIA

Brutta settimana per Pirelli che sprofonda a Piazza Affari dopo che la società ha spostato da maggio a novembre la presentazione del piano industriale. “La decisione – ha spiegato la Pirelli – è stata presa al fine di fornire una migliore visibilità sullo scenario di riferimento ed elaborare previsioni coerenti con un orizzonte temporale di medio lungo termine, tenuto conto che il quadro macroeconomico e di business in cui opera Pirelli è in significativa e continua evoluzione, ancor più marcata negli ultimi tempi”.
La società insomma ha confermato i target 2013 ma se l’economia, soprattutto del Vecchio Continente, va a …rotoli più delle gomme del cinturato fare previsioni è durissima. Ma al mercato questa improvvisa frenata non è molto piaciuta.