I titoli TOP (PININFARINA) e FLOP (TISCALI) della settimana

Ecco i titoli che si sono distinti nell’ultima settimana al rialzo e al ribasso. Si distingue PININFARINA (+14,58%) mentre scivola TISCALI (-7,62%). Questa pazza, pazza Borsa... vista con una punta (naturalmente di matita e di colore rigorosamente rosso o blu) di ironia. Per cercare di sorridere (se è possibile) anche dei continui saliscendi

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

TOP

PININFARINA 

Gente che va, gente che viene. Ma le aziende quotate a Piazza Affari di questo periodo sembra che vadano solo all’estero. Dopo l’ingresso dei cinesi in Pirelli ora sembra la volta di Pininfarina, marchio glorioso dell’industria del design e dell’automobilismo  in procinto di cambiare azionista di maggioranza.

Il gruppo indiano Mahindra & Mahindra, il più grande produttore di Suv in India, ha manifestato il proprio interesse a trattare l’acquisto della società attualmente in mano alla famiglia Pininfarina. Un’azienda che negli ultimi anni si è trovata anche in cattive acque e che ora potrebbe finire, come controllo, sulle rive del Gange da quelle del Po. E’ la globalizzazione, bellezza.

 

FLOP

TISCALI

TISCALI

Settimana in discesa per il gruppo telefonico Tiscali complici i risultati negativi di bilancio che hanno segnato nel 2013 perdite per 16,4 milioni di euro che si confrontano con il rosso di 4,7 milioni di un anno prima. Ancora un esercizio in perdita per la vecchia stella della new economy che ha visto i ricavi scendere di circa il 5% e anche il reddito operativo.

L’Isp sardo resta gravato da un significativo indebitamento ma le speranze ora sono riposte su una possibile operazione di aggregazione con il provider wireless Aria che potrebbe dare vita a un gruppo in grado di offrire un’offerta sul mercato della connettività potenzialmente molto attraente. Su Adsl e rete WiMax. Da inizio anno il titolo è comunque in positivo del 21,8% e il mercato sembra scommettere su questa operazione. Sempre che non si riveli una bolla. D’Aria…