I TITOLI TOP (SOGEFI) e FLOP (CAMFIN) DELLA SETTIMANA

Ecco i titoli che si sono distinti nell’ultima settimana al rialzo e al ribasso. Si distingue SOGEFI (+9.78%) mentre affonda CAMFIN (-6.04%). Questa pazza, pazza Borsa… vista con una punta (naturalmente di matita e di colore rigorosamente rosso o blu) di ironia. Per cercare di sorridere anche dei continui saliscendi.

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

TOP

Andamento in forte salita per Sogefi, società del gruppo De Benedetti specializzata nella componentistica per auto. Le azioni sono volate questa settimana grazie a report positivi spinti dalla fiducia verso il nuovo management. Nonostante il pessimo andamento del settore dell’auto soprattutto in Italia il gruppo ha solo il 6% dei ricavi qui mentre da tempo pigia l’acceleratore dell’internazionalizzazione oltre che dell’innovazione.Nuovi impianti e aumento della capacità produttiva sono pianificati in Cina, India e Usa. L’Italia e’ sempre più’ lontana. E Piazza Affari festeggia.
FLOP


Il divorzio (e la chiusura dei contenziosi) tra Marco Tronchetti Provera e la famiglia Malacalza in Gpi e Camfin siglano la chiusura delle ostilità con il lancio di un’offerta pubblica di acquisto a 0,8 euro sulla cassaforte che custodisce le azioni Pirelli & C. Un riassetto che nella sostanza sancisce il controllo della Marco Tronchetti Provera & alleati per altri quattro anni. Immediata la reazione dei titoli in Borsa col titolo CAMFIN che si è immediatamente allineato al prezzo dell’offerta scendendo poco sotto il prezzo dell’Opa rispettando il famoso adagio “compra sulle attese, vendi sulle notizie”. E dopo questa operazione Marco Tronchetti Provera ritorna azionista preminente del gruppo Pirelli con i genovesi Malacalza che per uscire dalla porta principale di Camfin e rientrare dalla finestra, acquisendo un pacchetto di azioni Pirelli & C, portano a casa una simpatica plusvalenza di 90 milioni di euro. “La potenza è nulla senza controllo” pare abbia detto Marco Tronchetti Provera al termine del riassetto.