I TITOLI TOP (SORIN) e FLOP (MEDIOLANUM) DELLA SETTIMANA

Ecco i titoli che si sono distinti nell’ultima settimana al rialzo e al ribasso. Si distingue SORIN (+4,25%) mentre affonda MEDIOLANUM (-7,24%). Questa pazza, pazza Borsa… vista con una punta (naturalmente di matita e di colore rigorosamente rosso o blu) di ironia. Per cercare di sorridere anche dei continui saliscendi.

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

TOP

SORIN

Settimana in controtendenza e positiva per Sorin, il gruppo italiano specializzato nel settore biomedicale. Un piccolo Davide contro i Golia del settore ma che è arrivato a fatturare oltre 700 milioni di euro ed essere un’azienda di eccellenza mondiale nella chirurgia cardiaca e nei prodotti per il ritmo cardiaco, dai pacemaker ai defibrillatori impiantabili.  La società cresce e punta sempre più verso le acquisizioni soprattutto all’estero i mercati ritenuti promettenti e in start up innovative. Ed è di questi giorni la revisione positiva al rialzo da parte degli analisti di Exane che hanno portato la raccomandazione su Sorin a “outperform” da “neutral”. Una scelta di cuore 🙂

FLOP

Pessima settimana per Mediolanum, il gruppo bancario-finanziario-assicurativo presieduto da Ennio Doris.
A far scendere dai recenti massimi il titolo prima la presentazione dei conti molto positivi per il 2012 ma che delineano per il 2013 previsioni più caute e poi la notizia uscita in concomitanza con la pubblicazione del bilancio che l’Agenzia delle Entrate avrebbe chiesto alla società controllata dalla famiglia Doris e dalla Fininvest di versare 344 milioni di euro di mancati pagamenti da parte della divisione irlandese Mediolanum International Funds. La società di Ennio Doris nega tutto. E dichiara che quanto contestato dal Fisco è corretto perché asseverato pure da “economisti indipendenti”. Ma in ogni caso la società di Doris ha  deciso di attivare una procedura arbitrale europea. Mai fidarsi ciecamente degli “economisti indipendenti”…