I titoli TOP (SORIN) e FLOP (ZUCCHI) della settimana

Ecco i titoli che si sono distinti nell’ultima settimana al rialzo e al ribasso. Si distingue SORIN (+37,43%) mentre scivola ZUCCHI (-4,22%). Questa pazza, pazza Borsa... vista con una punta (naturalmente di matita e di colore rigorosamente rosso o blu) di ironia. Per cercare di sorridere (se è possibile) anche dei continui saliscendi

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

TOP

SORIN

SORIN

Nozze nel mondo delle tecnologie medicali. L’italiana Sorin si fonde con Cyberonics, dando vita a un gruppo da 2,4 miliardi di euro quotato al Nasdaq e a Londra. E Sorin schizza in Borsa vista l’attesa dell’Opa e del trasferimento della sede da Mirandola, provincia di Modena, a Londra.

Non dovrebbero esserci sovrapposizioni e tagli di personale o di stabilimenti perché la Sorin è specializzata soprattutto nel settore cardiaco, mentre Cyberonics nella neurostimolazione. I dipendenti degli stabilimenti italiani di Sorin contano quindi in ricadute solo positive da questa operazione che è stata salutata in modo entusiasta dalla Borsa. Niente batticuore, insomma.

FLOP

ZUCCHI

ZUCCHI

Ci sono squadre di calcio di serie A che annaspano in una profonda crisi finanziaria come il Parma ma anche giocatori di serie A alle prese con problemi di gestione dei propri investimenti finanziari. E’ il caso del portiere della Juventus e della Nazionale, Gianluigi Buffon, che è anche fra i principali azionisti di una società quotata a Piazza Affari, la Zucchi. Sì, quella della biancheria e delle lenzuola di cui Buffon, azione dopo azione, ha rastrellato una quota considerevole (oltre il 56%) mentre la famiglia Zucchi usciva. Sui giornali c’è stato un tempo in cui Buffon veniva considerato abilissimo oltre che fra i pali pure in Borsa ma il detto “tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino” potrebbe sembrare appropriato. La società tessile resta sempre in cattive acque finanziarie e Buffon è costretto a versare periodicamente assegni consistenti per coprire le perdite patrimoniali. E anche nella prossima assemblea all’ordine del giorno c’è un nuovo aumento di capitale mentre a Piazza Affari il titolo perde quota. Povero Gianluigi. Para tutto o quasi quando è in campo. Ma su Zucchi sembra proprio che abbia realizzato un clamoroso autogol.