IL COLLASSO ECONOMICO E’ VICINO? COSA NE DICONO I SURVIVALISTI ? NE PARLIAMO CON PIERO SAN GIORGIO

“Se il mondo assomiglia a te
Non siamo in pericolo
C’è ancora benzina da bruciare
Per sognare…”

Ve la ricordate questa canzone dei Pooh? Ha più di 35 anni e mi è venuta in mente intervistando  (vedi qui il video dell’intervista a Piero San Giorgio) quello che viene considerato una sorta di guru dei cosiddetti “survivalisti”, coloro che si preparano a preparandosi all’arrivo di una possibile catastrofe.
Sanitaria, finanziaria, economica, energetica….

Il “survivalist” o “prepper”  è colui che cerca di adottare uno stile di vita che gli permetta di adattarsi all’ambiente e sopravvivere, senza fare affidamento su altre persone o sullo Stato.

Durante questi mesi di pandemia e lockdown e nei giorni di marzo quando il bollettino dei morti in Italia era nell’ordine delle centinaia al giorno (il picco è stato il 27 marzo con 919 decessi) e le Borse affondavano abbiamo ricevuto diverse email e telefonate di risparmiatori e amici preoccupati che questa volta l’Apocalisse fosse arrivata e il collasso economico e finanziario fosse alle porte.

Come sopravvivere in uno scenario di distruzione e di collasso economico-finanziario?

Nessuno conosce il futuro e chi ci segue sa che abbiamo diverse volte affrontato questo tema e già nel 2009 il tema della “fine del mondo” (e delle Borse) era molto caldo. E quello che scrivevo allora (vedi per esempio qui)  a chi vedeva distruzione e dolore per Wall Street si è dimostrato corretto.

La storia ora come allora dice che le persone che pensano che andrà tutto benissimo o tutto malissimo sono destinate nei mercati finanziari spesso a soccombere.

Meglio non avere mai pre-giudizi (gli esperti di finanza comportamentale chiamano queste “bias”, distorsioni, e possono essere pericolosissime per i nostri risparmi anche se si presentano ammantate di quello che ci sembra solidissimo buon senso ) e pensare di capire cosa faranno i mercati  o addirittura che i mercati si comporteranno come pensiamo noi è un errore che ci può costare carissimo come spieghiamo da anni e come dimostriamo spesso con le nostre strategie d’investimento.

Il tema comunque dei “rischi del pianeta” è comunque molto importante e sarebbe sciocco liquidarlo come qualcosa solo di bizzarro o pittoresco.

 

 

E nata così l’idea di questa conversazione con Piero San Giorgio, autore di un best seller (“Come sopravvivere al collasso economico” la cui prima edizione è del 2011) sul tema in molti Paesi e che è considerato una sorta di eminenza grigia del “survivalismo” europeo. Cosa è il survivalism o survivalismo tradotto in italiano? Un movimento di persone o gruppi (chiamati anche prepper dall’inglese “to prepare”) che si preparano attivamente per le emergenze, future o eventuali, comprese possibili interruzioni o profondi mutamenti dell’ordine sociale o politico o economico su scale che vanno dal locale a quella internazionale.

Un concetto  proposto da Piero San Giorgio come dai “prepper” è poi spesso quello della BAD. Base Autonoma Duratura, ovvero uno spazio  in cui rifugiarsi per periodi molto prolungati di tempo imparando a essere autonomi e tornando all’economia quasi fisica dei nostri nonni con alcuni accorgimenti moderni. In uno scenario apocalittico vivere in campagna è meglio vivere che in città sia per gli spazi a disposizione che per la possibilità di coltivarsi qualcosa anche se vi devo confessare che su questi aspetti non mi sento molto “expert”. Ma in questo i “survivalisti” sono tutto sommato coerenti con la loro visione; se il mondo finisse a “schifio” la protezione non è certo avere titoli di Stato e soldi sul conto corrente e nemmeno l’abbonamento ad Amazon Prime per ricevere tutto a casa (cibo compreso)  in qualsiasi situazione.

Inutile dire che non siamo in linea con alcune delle sue opinioni e soprattutto quelle più da scenari Mad Max ma confrontarsi è sempre fecondo e fa conoscere punti di vista originali e su cui vale la pena riflettere.

Ed è nato così il nuovo format video “in Controluce in 60 minuti” dove periodicamente sul nostro canale YouTube di SoldiExpert SCF (iscrivetevi direttamente sul nostro canale YouTube per essere sempre aggiornati delle nuove pubblicazioni) tratteremo magari argomenti “spinosi”, dibattuti e controversi con l’intervento di ospiti di ogni tipo e varie idee perché il confronto delle idee ci sembra sempre utile.

Buona visione!

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI