Il meglio e il peggio della settimana per fare (quasi) bella figura in una conversazione. Lira turca sempre peggio. In Brasile aumentano i contagi e sale la Borsa.

 

L’aggiornamento settimanale di Salvatore Gaziano, strategist di SoldiExpert SCF, su cosa è accaduto di più importante sui mercati e cosa SoldiExpert SCF ha fatto e analizzato. 

Cosa è successo sui mercati 

 Come è andata la tua settimana? Per i mercati finanziari è stata una settimana contrastata con notizie sia positive che negative e sul finire della settimana sono tornate a infiammarsi un po’ (tanto per cambiare) le relazioni fra Stati Uniti e Cina.
L’oro ha visto salire ancora le quotazioni (+3,2%) e ancora meglio hanno fatto le azioni aurifere (+4,6%) e soprattutto quello delle miniere “junior” che avevano performato peggio rispetto a quelle dei giganti del settore (nomi come Newmont Holding e Barrick Gold). Continua il momento positivo per il settore dell’energia pulita e del cloud computing anche se la trimestrale di Microsoft ha deluso un po’ perché questo trimestre la divisione “cloud” è salita come fatturato “solo” del +47 % annuale.
Gli analisti confidavano in qualcosa in più e anche forse Bill (Gates).

Sui mercati azionari internazionali nonostante il Coronavirus mieta contagi (e vittime) soprattutto in Brasile questo mercato è stato fra i migliori della settimana (+3%) ma da inizio anno è in forte deficit (-30%)
Fra i settori peggiori continua il momento negativo per il settore viaggi (-4,9% lo STOXX Europe 600 Travel & Leisure) soprattutto in Europa e anche fra i flop si segnala l’energetico tradizionale.
Da inizio anno la peggiore borsa mondiale resta quella austriaca (-28,8%) mentre la migliore quella cinese di Shenzen (+24%). Piazza Affari è ancora sotto del – 14,3%

Sull’obbligazionario il rafforzamento dell’euro dopo l’approvazione del Recovery Plan ha penalizzato gli investimenti in dollari e ne hanno beneficiato i comparti “coperti” come quelli  più rischiosi come convertibile ed emergenti.
In Turchia succedono cose turche naturalmente e gli investitori stranieri soprattutto si stanno precipitando fuori dal mercato obbligazionario in valuta locale della Turchia dopo che la banca centrale turca ha ridotto i tassi d’interesse a un livello perfino inferiore a quello dell’inflazione prevista. Per cercare di frenare la scivolata della lira turca la banca centrale turca ha bruciato miliardi di dollari di riserve valutarie e ha preso in prestito valute estere da banche nazionali, vendendole per acquistare lire. Nonostante questi sforzi, la valuta turca (-17% da inizio anno) è crollata.
A inizio anno io e Roberta con i nostri figli  avevamo visitato di passaggio fra un volo e l’altro Istanbul (siamo riusciti a vedere la basilica di Santa Sofia appena in tempo e anche la (presunta) tomba che ricorda il doge Enrico Dandolo eletto nel 1192 a 85 anni e le crociate) e ne avevamo purtroppo ricavato una pessima impressione confermata dai racconti dei turchi con cui abbiamo parlato. Peccato (se doveste andare a Istanbul abbiamo comunque un ottimo contatto per muovervi e visitare la città).
Mentre in tutto il mondo le società farmaceutiche e biotecnologiche cercano di arrivare per prime alla vendita del vaccino contro il Covid-19 nella borsa tedesca fra i titoli migliori da inizio anno si distingue Gerresheimer salita del del 77% negli ultimi 4 mesi e +37,1% da inizio anno.
Il business di questa società? Flaconcini per l’industria farmaceutica e sanitaria come siringhe e dispositivi di rilascio di farmaci come penne per insulina e inalatori per l’asma. E nella trimestrale degli scorsi giorni la società si è detta ben preparata a sostenere le campagne di vaccinazione a seguito della pandemia e in particolare di fiale per iniezione per future campagne di vaccinazione. Business is business.
A Piazza Affari intanto il rilancio di Intesa Sanpaolo nell’ops su Ubi Banca ha riportato l’attenzione sul settore e il possibile risiko bancario che ha favorito soprattutto Banca Monte dei Paschi di Siena (+15%) che entro il 2021 lo Stato italiano ha promesso di “accasare”. Male, anzi malissimo le azioni Fila (-9%) e non sappiamo se è colpa anche qui della ministra della Pubblica Istruzione Azzolina e sicuramente ha impattato il crollo delle vendite delle matite nel segmento “scuola”. Da inizio anno le azioni di questa società perdono quasi il 45%.  

Che cosa abbiamo fatto noi 

La settimana  di SoldiExpert SCF è stata piena di impegni e conferenze che si sono aggiunte all’attività ordinaria di analisi dei portafogli, relazioni con i clienti e sviluppo dell’Ufficio Studi e il nostro “cantiere” lavora febbrilmente come se fossimo non a fine luglio ma in pieno settembre. Meglio portarsi avanti.
Stiamo testando la piattaforma nuova di zecca che abbiamo commissionato un anno fa a una software house (dovevano consegnarcela 4 mesi fa ma gli informatici mantengono la parola sulle consegne generalmente come gli alcolizzati quando promettono che smetteranno di bere) e che ci consentirà (per questo abbiamo pagato un sacco di soldi) di gestire in modo ancora più avanzato l’invio di segnali e raccomandazioni e siamo anche al lavoro su miglioramenti molto interessanti di alcune strategie azionarie e obbligazionarie che già si sono comportate molto bene in questo primo semestre 2020 rispetto al mercato.

Abbiamo reso  poi operativo in queste settimane un’importante accordo e convenzione con un’importante banca nazionale che consente ai nostri clienti interessati alla consulenza su base indipendente (insomma la personalizzata) di ricevere le nostre raccomandazioni direttamente dalla loro piattaforma online di questa banca e con commissioni di negoziazione flat annuali (indipendentemente dal numero di operazioni si paga una cifra fissa) attraenti per molti investitori. E con un servizio molto utile perché per seguire le nostre raccomandazioni e replicarle sul proprio portafoglio lo si potrà fare avendo con sé anche solo semplicemente il proprio smartphone, confermando di voler replicare le operazioni (senza quindi bisogno di digitare ISIN).
Per chi fosse interessato a saperne di più abbiamo pubblicato un video-tutorial e abbiamo predisposto delle slide richiedibili a info@soldiexpert.com con oggetto “convenzione consulenza indipendente”

Naturalmente chi vuole seguire le nostre raccomandazioni sul proprio patrimonio può farlo con l’intermediario che vuole e noi non riceviamo nulla (nemmeno crediamo sia consentito dalla normativa un panettone a Natale) come retrocessioni perchè un consulente finanziario indipendente (quelli veri…) non può ricevere alcuno ristorno, retrocessione o pagamento (anche soft) pena la radiazione dall’Albo. E oggi abbiamo censito che i nostri clienti della consulenza personalizzata operano con oltre 70 banche diverse… Una vera babele di condizioni.

Intanto sulla piattaforma Patreon ovvero  il nostro canale di approfondimento SoldiExpert LAB abbiamo pubblicato diversi report e analisi di valore e ricordiamo che questo canale consente di accedere al meglio delle analisi e ricerche finanziarie di tutto il mondo e i proventi raccolti (l’abbonamento è mini da 3 a 10 euro al mese) viene devoluto in beneficienza ad associazione no profit e onlus che supportiamo a rotazione ogni mese (documentato tutto naturalmente) grazie anche alle segnalazione dei nostri iscritti mecenati sempre più numerosi. E se volessi unirti a questo gruppo ci farebbe naturalmente piacere perchè più siamo più possiamo donare.

Questa settimana abbiamo messo online un video tutorial sulla gestione della liquidità sul nostro canale YouTube a questo indirizzo per parlare di un tema sempre più caldo perchè gli italiani stanno ammassando liquidità come se non ci fosse un domani.
Settimana avevamo pubblicato invece un approfondimento sui certificati (qui puoi vederlo se sei interessato) che ha fatto anche discutere visto che ho raccontato cose dissonanti rispetto al coro di peana che si leggono solitamente su questi strumenti.
Ma confermiamo la nostra tesi: la maggior parte dei risparmiatori sui certificati viene tosata a partire dal collocamento.

Sono disponibili poi i video dei webinar che abbiamo fatto sulle linee di gestione patrimoniali di cui siamo advisor e per i clienti della consulenza personalizzata dove abbiamo analizzato e commentato il primo semestre 2020 veramente ricco di colpi di scena.

Ieri mattina sono stato poi intervistato su Radio24 (qui il podcast dell’intervento) da Debora Rosciani e Mauro Meazza alla trasmissione “Due di Denari” dove ho calato non bastoni ma oro naturalmente visto che sono stato chiamato a parlare del boom dei metalli preziosi a cui un anno fa avevamo dedicato una guida in pdf (scaricabile ancora all’indirizzo oro.soldiexpert.com ) e più recentemente un video-tutorial di aggiornamento che è piaciuto perfino a mia madre (ma ha detto che potevo mettermi almeno giacca e cravatta).

Diversi siti, riviste e giornali anche in queste settimana hanno parlato di noi o ci hanno intervistato e trovi sempre qui a questo indirizzo la rassegna stampa aggiornata (o quasi).

Ci sono molte altre cose che potrei raccontarti ma l’ora dei saluti è giunta.

Buon fine settimana!

p.s. Se vuoi maggiori informazioni e inviare una domanda scrivici pure  qui o puoi sempre prenotare se non l’hai fatto una prima consulenza gratuita sui tuoi risparmi di 30 minuti per avere una seconda opinione a questa pagina e fissare un appuntamento (anche video) con me, Roberta o il dott. Francesco Pilotti.

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI