IL MERCATO VERSO LA RESA DEI CONTI. MA SE NON ORA, QUANDO?

Abbiamo già descritto abbondantemente negli articoli passati di quanto stava accadendo sul mercato con due tendenze uguali e contrarie che stavano caratterizzando la fase attuale dell’Indice FTSE All Shares. A dimostrazione di quanto attendibili siano state le nostre previsioni, oggi non dobbiamo far altro che aggiornare, con gli ultimi dati, il grafico che inserimmo lo scorso mese.

E scopriamo che nulla è cambiato, siamo sempre lì, un giorno su e l’altro giù ma con una tendenza che si sta appiattendo verso il punto di incrocio. Nel presente articolo abbiamo voluto inserire il grafico, sempre dell’Indice FTSE All Shares, con le varie tendenza rialziste e ribassiste (Grafico 1) e quello più semplice da analizzare con un supporto e una resistenza dinamici che vanno a formare un’area all’interno della quale si sta muovendo l’Indice.

Ma fino a quando durerà questa situazione di stallo?

L’analisi macroeconomica non ci sta venendo molto incontro con notizie discordanti che vengono date in pasto quotidianamente agli analisti. L’ottimismo può derivare dal fatto che veniamo da un periodo nero con crescita negativa e altissima disoccupazione, ma il buon senso e la professionalità ci inducono a diffidare dei facili entusiasmi. Ci viene incontro quindi l’analisi tecnica che cerchiamo di leggere e interpretare così come si fa con un libro.

Il mercato attualmente si muove tra i 20.600 e i 22.800 dell’Indice FTSE All Shares, ma essendo supporto e resistenza entrambi dinamici, tali valori vanno continuamente aggiornati con il limite inferiore che sta salendo e quello superiore che si sta abbassando. Ma arriverà il momento in cui le due linee di tendenza andranno a incrociarsi e allora (ma il tutto si potrebbe verificare anche prima con la violazione del supporto verso il basso o della resistenza verso il basso) il mercato dovrebbe prendere una direzione.

Facendo una proiezione matematica (se si vuole giocare a fare i “guru”), l’incrocio potrebbe avvenire nelle sedute a cavallo tra il 15 e il 25 novembre con un valore prossimo ai 22.250. Per allora si attendono scambi in sensibile aumento e il termine della fase attuale di accumulazione.

Intanto i nostri portafogli consigliati si sono uniformati alla tendenza di mercato mantenendo un peso dell’investito compreso tra il 50 e il 65%. Per tutti la performance da inizio anno è migliore del benchmark di riferimento, con i portafogli di Fondi ed Etf che stanno ovviamente andando meglio di quelli investiti sul mercato italiano. Questo perché da inizio anno l’Indice FTSE All Shares risulta essere uno dei peggiori non solo in Europa. Molti titoli stanno acquisendo forza ma la cautela con cui dobbiamo muoverci in queste condizioni di mercato è d’obbligo.

Perchè al di là dei grafici e delle previsioni (che spesso lasciano il tempo che trovano per quanto danno un’idea di quello a cui molti operatori e speculatori guardano) i portafogli non si costruiscono con i “se” e “ma” con precise indicazioni di acquisto e di vendita in grado nel tempo di far meglio del mercato. La regola base a cui ci atteniamo.

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI