Immobiliare in Europa: dove conviene acquistare casa?

Qual è la città europea dove costa meno comprare un immobile? Un'analisi stila la classifica e mette in risalto le differenze tra i Paesi

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Dove conviene comprare un immobile con 200mila euro? Ecco una curiosa analisi pubblicata sul quotidiano francese Les Echos.

Secondo un’analisi sul patrimonio immobiliare europeo effettuata dalla National Real Estate Federation (FNAIM), Dublino è la città europea più economica.

Per dieci anni, le disparità in termini di abitazioni hanno continuato ad aumentare tra i Paesi europei. Secondo la FNAIM nel 2020 Parigi è la città più costosa tra le sedici capitali europee analizzate. Con un budget di 200mila euro è possibile acquistare un’area di soli 15 metri quadrati nella capitale francese contro i 25 metri quadrati di Londra o i 36 metri quadrati a Berlino.

A Dublino con la stessa cifra si possono acquistare 83 metri quadrati e per questo è la più attraente superando Roma, dove se ne possono acquistare 61 o Bruxelles dove si acquistano 59 metri quadrati.

 

Prezzi degli immobili: in aumento ovunque

 

Molto eterogenea, l’evoluzione dei prezzi dei nuovi immobili in Europa è in crescita, trainata principalmente dal calo generale dei tassi di interesse sui prestiti e, in misura minore, dall’aumento del reddito delle famiglie negli ultimi anni.

Se si guardano gli ultimi dieci anni l’Austria è il Paese in cui i prezzi sono aumentati di più: + 72,8% tra il 2010 e il 2020. A titolo di confronto, in Francia, nello stesso periodo, i prezzi sono aumentati solo del 17%. E secondo l’analisi di FNAIM, i prezzi degli immobili sono diminuiti in Spagna, Italia e Grecia.

“Di norma, i prezzi nelle capitali europee (o nelle città più grandi) sono aumentati più che nel resto dell’eurozona. È il caso in particolare di Vienna, Oslo (dove sono quasi raddoppiati dal 2010), Parigi, Londra, Amsterdam e nelle sette maggiori città tedesche. Il fenomeno della metropolizzazione è quindi lontano dall’essere specifico del solo mercato francese”, precisa Fnaim.

 

Diversi tipi di alloggio

 

Le disparità tra gli stati europei si fanno sentire anche nei tipi di habitat. 

… continua a leggere su SoldiExpert Lab

SoldiExpert LAB SoldiExpert LAB