In Borsa si può essere polli o aquile. (Conclusione ebook GUADAGNARE IN BORSA E’ QUESTIONE DI FORZA)

CONCLUSIONE

“Negli investimenti la strategia che ci sembra la più comoda raramente è quella più redditizia”

Robert Arnott

 

aquila

Ti ringrazio se sei arrivato fino a questa pagina dell’ebook e la notizia buona è che quello passato era l’ultimo capitolo. Quella cattiva è che potrai, se vorrai, continuare a leggermi su MoneyReport.it  😉

Quelle che abbiamo presentato non saranno magari le strategie migliori del mondo, saranno sicuramente perfettibili (e ci lavoriamo per questo visto che non ci consideriamo “imparati”) ma hanno mostrato finora di funzionare egregiamente nel tempo e non solo a parole grazie anche a una base di studi accademici largamente riconosciuti che abbiamo cercato di divulgare e nel caso della consulenza di SoldiExpert SCF abbiamo cercato di migliorare ed affinare per la nostra clientela.

E peraltro queste strategie, per come le abbiamo personalizzate e fatte nostre in SoldiExpert SCF, hanno funzionato nei nostri portafogli e nella consulenza personalizzata molto bene negli ultimi tre lustri dove abbiamo visto i mercati (sia azionari che obbligazionari) offrirci tutto il campionario possibile (e pure per più volte): euforia, panico, depressione, speranza.

E nello stesso periodo chi ha operato seguendo i consigli della maggior parte dei guru (basati sui consigli degli “esperti”, sul lungo periodo, su un approccio passivo basato sul “compra e tieni”…) ha visto invece il proprio patrimonio subire scossoni molto più violenti e minori rendimenti rischiando molto di più!

In questi capitoli  abbiamo cercato quindi di spiegarne vantaggi e svantaggi del nostro approccio perseguito, cercando di rispondere alle eventuali obiezioni. E i vantaggi  nel tempo si sono dimostrati, come si è visto alla prova dei numeri, nettamente superiori agli svantaggi.

E vale sempre la pena rileggere sul tema alcune delle considerazioni espresse di Jesse Livermoore, uno dei più famosi trader di tutti i tempi, riguardo proprio i cicli di Borsa:

 

“Un’altra lezione che ho imparato è che non c’è nulla di nuovo in borsa. Non ci puó essere perchè la speculazione è vecchia come le colline. Ció che accade sul mercato oggi è accaduto prima ed accadrà ancora.”

“Seguire l’esperienza puó farti sbagliare di tanto in tanto. Ma a non seguirla saresti veramente un asino.”

Non c’è purtroppo una ricetta precisa ed anche in questo sta uno degli aspetti affascinanti della speculazione: si tratta di una continua sfida intellettuale che si vince con dedizione, intelligenza e nervi saldi.

“Quando si fa questo mestiere non ci si puó permettere il lusso di avere opinioni rigide. Occorre avere una mente aperta e tanta flessibilità. Non è saggio trascurare il messaggio che viene dall’andamento dei prezzi, anche se esso contrasta con la tua opinione del mercato e con la tua valutazione della domanda e dell’offerta.”

C’è poi un ulteriore importante elemento da considerare e cioè l’aspetto psicologico, sia quello delle masse (del “pubblico”) sia quello relativo a se stessi.

“Un trader, oltre a studiare le condizioni del mercato, ricordarsi i precedenti e tenere in conto la psicologia degli altri partecipanti al mercato, deve anche conoscere se stesso e far fronte alle proprie debolezze. Non c’è alcun bisogno di arrabbiarsi perchè si è umani. Sono giunto alla conclusione che è necessario saper interpretare se stessi, almeno quanto è necessario saper leggere il mercato.”

Cosa vuol dire questo?

“I nemici mortali dello speculatore sono: ignoranza, avidità, paura e speranza.”

e ancora:


“I principali nemici dello speculatore sono nemici interni. La natura umana è sempre accompagnata da speranza e da paura. Nel trading quando il mercato si muove contro di te speri che sarà l’ultimo giorno e ti trovi a perdere di piú che non se non avessi creduto a questa speranza: questa speranza che è esattamente l’alleato che ha portato al successo piccoli e grandi imprenditori. E quando il mercato si muove nella tua direzione hai paura che domani si riprenderà i tuoi profitti ed esci dalla tua posizione – troppo presto. La paura ti porta a guadagnare meno di quello che potresti. Lo speculatore deve combattere questi due istinti. […] Invece di sperare deve temere; invece di temere deve sperare. Deve temere che la sua perdita diventi molto piú grande e deve sperare che il suo profitto diventi molto piú consistente.”

Incredibile come le parole di Jesse Livermoore siano sempre attuali e vi potrebbero evitare di perdere un sacco di soldi in Borsa o in corsi sulla psicologia di Borsa, no?

cicli-Borsa

Un saluto finale e un’importante avvertenza sulle performance passate

A voi valutare, comprendere e seguire le nostre strategie e restiamo naturalmente a disposizione per eventuali suggerimenti, riflessioni o critiche. Alcune delle strategie più evolute (come quella che utilizziamo in alcune gestioni patrimoniali di cui siamo advisor[nota 1]) sono nate grazie ad alcuni spunti forniti dai nostri clienti.

C’è garanzia che le performance ottenute con i nostri portafogli si possano ripetere nel futuro?

Naturalmente nessuna strategia o risultato passato può nei mercati finanziari costituire garanzia di eguali risultati futuri (nemmeno il “compra e tieni” ovvero una strategia passiva o una basata sui titoli con maggior dividendo) ma fra operare con strategie che si sono dimostrate fallimentari o piene di bachi o buchi e strategie che qualche risultato positivo l’hanno prodotto (in anni peraltro fra i più difficili degli ultimi decenni con rendimenti addirittura quasi nulli dei benchmark sull’azionario) vedete voi quali sono le più interessanti anche perché, come diceva un grande gestore come Benjamin Templeton: le performance passate non sono una garanzia ma neanche una coincidenza[2] e operare con una strategia basata sui trend e con un giusto orizzonte temporale è molto interessante perché i mercati tendono nella loro struttura più complessa a muoversi secondo uno schema ciclico che si ripete da secoli praticamente immutato.

E nell’ebook abbiamo presentato diversi studi che dimostrano come il motore della forza relativa funzioni egregiamente nel corso dei decenni attraverso l’alternarsi dei cicli.
E conoscere, individuare e cavalcare i cicli, l’andamento e la forza di un trend o scenderne quando sembra maturo è proprio uno dei “motori intelligenti” che muove il tipo di strategie da noi adottate.

Certo, potete come risparmiatori trovare nel vostro cammino sempre qualche esperto (non tutti sono così naturalmente), banchiere, bancario o parabancario che vi cercherà di vendere il fondo delle meraviglie dalle incredibili performance passate o una selezione statica di prodotti finanziari fatta con il criterio avanzatissimo… del senno del poi.  Purtroppo è lo stesso trucco di chi il lunedì sa azzeccare tutti gli esiti delle partite del campionato di calcio giocate la domenica (abbiamo scritto in proposito questo articolo https://soldiexpert.com/moneyreport/quei-consigli-furbetti-di-promotori-e-bancari-che-vendono-in-modo-stupido-le-performance-passate/3543).

E seppure molti risparmiatori ingenui ancora ci caschino e molte società e banche offrano una simile consulenza (come costituire portafogli fondamentalmente statici di fondi o Etf dalle buone performance passate) questo non è un criterio sufficiente  per cavalcare gli scenari futuri visto che i mercati finanziari cambiano incessantemente.

 

Avere memoria del passato, conoscerne le serie storiche e l’andamento delle varie strategie con i pro e contro e i risultati reali realizzati e realizzabili è secondo noi qualcosa che ciascun investitore dovrebbe avere nel proprio bagaglio. E se non ha tempo di dedicarsi a questi studi allora affidarsi a chi lo fa veramente di mestiere in modo veramente indipendente e professionale e lo tratta da adulto e non da bambino, raccontandogli solo le favole che vuole ascoltare.

Sempre più mantenere un adeguato tenore di vita, difendere e far crescere quanto faticosamente risparmiato per il proprio futuro e quello delle future generazioni è diventata una sfida impegnativa (altro che la passeggiata che raccontava qualcuno dove bastava investire in modo passivo per guadagnare l’8% all’anno senza sforzo) come insegnano da tempo i mercati finanziari e ciascun risparmiatore dovrebbe avere ben chiaro lo scenario in campo senza firmare deleghe in bianco.

In una scena del famoso film sul poker, “Il Giocatore”, il protagonista (Matt Damon) dice: “Se al tavolo di gioco dopo mezz’ora non si è capito chi è il pollo, allora questo sei tu”.

E al tavolo da poker come nei mercati finanziari se si investe seguendo cattivi consigli o cattivi strategie si possono perdere molti soldi e opportunità. E fare la fine del pollo.


[1] Dall’estate 2012 SoldiExpert SCF è advisor di alcune innovative linee di gestione patrimoniale (una azionaria e una obbligazionaria) per una primaria SGR italiana e dove la strategia di selezione sottostante consente di operare con una flessibilità totale in azioni, fondi, Etf e obbligazioni per cercare di individuare di volta in volta i temi più caldi del momento. Una soluzione d’investimento molto flessibile che consente grazie all’architettura aperta di fare anche da sottostante a polizze di private insurance per coloro che sono focalizzati anche maggiormente sugli aspetti di ottimizzazione fiscale, successori e di diversificazione rischio Paese.

[2] Secondo Stephen Jay Gould, uno dei più grandi scienziati e studiosi dell’evoluzionismo “le sequenze prolungate di successi sono, e non possono non essere, una questione di fortuna straordinaria che si aggiunge a una grande abilità” e questo pensiero assomiglia molto a quello di Benjamin Templeton pur formulato in tutt’altro settore.

 


ebook-Guadagnare-in-Borsa

 

Fine EBOOK: GUADAGNARE IN BORSA E’ QUESTIONE DI FORZA

Se desideri scaricare l’intero EBook in formato pdf o desideri acquistarlo in formato stampato  ad un prezzo scontato del 50%, clicca qui

Leggi qui se non l’hai letto l’introduzione di questo ebook e i capitoli precedenti. Al termine della pubblicazione di tutti i capitoli renderemo disponibile l’ebook completo in formato PDF.

Leggi qui il primo capitolo

Leggi qui il secondo capitolo

Leggi qui il terzo capitolo

Leggi qui il quarto capitolo

Leggi qui il quinto capitolo

Leggi qui il sesto capitolo

Leggi qui il settimo capitolo

Se desideri inviare suggerimenti, osservazioni o critiche scrivimi pure alla mia mail personale salvatore.gaziano@soldiexpert.com oppure qui nel modulo per contattarci

(fine)

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI