Perchè gli ETF stanno rottamando i fondi d’investimento in tutto il mondo (e in banca non ve lo dicono)

Una delle serie televisive di maggior successo statunitensi che ha contribuito a diffondere la notorietà di Netflix è stata “Orange is the new black”. Si potrebbe dire qualcosa del genere riguardo agli ETF che sono i nuovi fondi: “ETF is the new fund”.

Molto meno costosi (anche dell’80% all’anno come carico commissionale), spesso più redditizi (chi meno spende, più guadagna) e sempre più intelligenti nella formula “smart beta”. E tutte le analisi dimostrano sempre più che fra acquistare un fondo e un ETF in oltre il 90% dei casi questi ultimi sono migliori come rendimento/rischio per l’investitore. E non a caso chi fa vera consulenza finanziaria indipendente ai risparmiatori come è il caso della nostra società, SoldiExpert SCF, li utilizza sempre più nei propri portafogli, rottamando sempre più i fondi d’investimento (e su questo argomento torneremo a parlarne prossimamente).

Come e dove investire oggi i tuoi risparmi nel modo più intelligente per te? Scarica gratuitamente la guida in PDF che analizza fondi d'investimento ed ETF in modo chiaro e operativo. Nelle ultime 24 ore l'hanno già scaricata e apprezzata centinaia di investitori. E tu cosa aspetti? Clicca qui.

Come e dove investire oggi i tuoi risparmi nel modo più intelligente per te? Scarica gratuitamente la guida in PDF che analizza fondi d'investimento ed ETF in modo chiaro e operativo. Nelle ultime 24 ore l'hanno già scaricata e apprezzata centinaia di investitori. E tu cosa aspetti? Clicca qui.

La vantata gestione “attiva” dei fondi d’investimento di fatto assomiglia molto spesso al Sarchiapone (un animale immaginario) di Walter Chiari ma di sicuro esistono i costi che vengono spartiti dalla catena distributiva e che possono essere sull’azionario anche del 2-3% annuo e oltre su quelli azionari; sugli ETF questo costo di gestione è nettamente più basso (e nel tempo questo regala agli ETF un vantaggio non indifferente come dimostrano tutte le ricerche accademiche).

Certo esistono delle eccezioni ma numericamente restano una minoranza e l’asserita gestione attiva della maggior parte dei fondi non si vede nei mercati al ribasso dove la maggior parte dei fondi ottiene rendimenti negativi uguali comunque a quelli degli ETF.

I risparmiatori dovrebbero quindi quasi sempre preferirli ai fondi (soprattutto su patrimoni medio bassi) ma nella realtà banche e reti propongono ancora massicciamente i fondi d’investimento perché su questi ottengono cospicue retrocessioni (mediamente il 75% del costo di gestione di un fondo viene retrocesso al collocatore) mentre sugli ETF no.
Quindi nel caso di un fondo che ha un costo annuo per esempio del 3% annuo significa che i 2/3 ovvero il 2% circa tornano al collocatore ovvero la rete e la banca che divide questo “incentivo” in modo piramidale con la propria rete.

 

 

Negli ETF non c’è retrocessione o incentivo a chi li piazza e questo spiega anche il più basso costo e successo e perchè oggi gli ETF (qui a questo indirizzo è possibile avere maggiori informazioni su questi strumenti) sono considerati uno dei prodotti finanziari più innovativi degli ultimi trent’anni. L’obiettivo che si propone un ETF è realizzare una performance identica a quella di un indice azionario, o obbligazionario o di un paniere di titoli quotati appartenenti a uno stesso settore (per esempio l’energia).

La performance di ogni ETF dipende quindi dal tipo di indice che si propone di replicare: l’ETF Lyxor FTSE All Share per esempio, si propone di replicare l’andamento dell’indice Ftse All Share, che rappresenta l’andamento di oltre 200 società quotate sulla Borsa Italiana.

Era il 1989 quando fu scambiato il primo ETF negli Stati Uniti e in Canada mentre in Europa gli ETF hanno iniziato a essere scambiati in Borsa negli anni 2000.  Da quando sono stati lanciati, gli ETF hanno iniziato a togliere quote di mercato ai più  tradizionali fondi comuni di investimento. La loro crescita è così tumultuosa che già a febbraio 2019 siamo arrivati  a 4700 miliardi di euro nel mondo investiti in ETF con quasi 8 mila “cloni” quotati.

Nella costruzione e diversificazione di portafoglio gli ETF sono quindi un mattone sempre più imprescindibile e così dovrebbe esserlo per qualsiasi consulente finanziario che guarda agli interessi del proprio cliente e al miglior rapporto rischio/rendimento quando si parla di investire su settori o aree e diversificare.
Una vera mina sempre più questa degli ETF per il mondo dorato del private banking e per la redditività futura di molte società di gestioni e reti. 

Certo non mancano negli ETF anche dei punti critici da osservare come spread denaro/lettera, liquidità, tipo di replica ma le crescenti masse che stanno alimentando questo mercato stanno tracciando una direzione dalla quale sarà facile tornare indietro.

Il ricorso agli ETF sarà crescente da parte di investitori di tutti i tipi a scapito dei “finti” fondi a gestione attiva o di quelli che restituiscono di fatto l’andamento dei mercati dedotto il costo della gestione (e sono la maggioranza) nonostante l’incredibile storytelling che viene costruito sopra con ancora più incredibile dispendio di mezzi finanziari per riuscire a vendere di fatto l’acqua della fontana pubblica (a Torino si direbbe del Torello Verde, il Toret) al prezzo della Perrier.

la fontana di Torino tipica, il Toret

 

Come SoldiExpert SCF e consulenti finanziari indipendenti, analizziamo e confrontiamo ogni mese centinaia di strumenti come fondi ed ETF e sono sempre meno i fondi che battono la “gara” e nei portafogli che consigliamo anche con un approccio attivo (non siamo per il “compra e tieni” in qualsiasi mercato) quelli che privilegiamo sono sempre più gli ETF e questa tendenza del mercato crediamo che diventerà sempre più inarrestabile complice anche la Mifid2 e una sempre maggiore consapevolezza dei risparmiatori e dell’industria del risparmio gestito che non puoi tosare i tuoi clienti senza poter dimostrare di poter fornire alcun serio valore aggiunto nel tempo e/o proteggerli veramente nelle fasi di forte discesa con una gestione un po’ flessibile.

 

>>> CLICCA QUI E SCARICA i nostri migliori suggerimenti per investire in modo intelligente secondo la taglia del tuo patrimonio <<<

 

Per questa ragione nell’ultimo triennio con il nostro Ufficio Studi abbiamo rivisto tutte le nostre strategie su fondi ed ETF sia azionari che obbligazionari (a fianco dei nostri portafogli azionari Italia ed Europa dove anche qui ci sono molte novità che racconteremo in futuro)  e in questi mesi abbiamo iniziato a implementarle (ed entro il prossimo trimestre 2019 dovremo aver terminato un lavoro che si è rivelato veramente poderoso ma molto promettente) e siamo fermamente convinti che la strada intrapresa è quella giusta (mentre scrivo sono a Milano al Salone del Risparmio e molte case d’investimento e reti stanno arrivandoci ora complice la rendicontazione dei costi stabilita dalla Mifid2 di cui abbiamo parlato qui).

Bisogna fornire vera consulenza indipendente ma anche la migliore consulenza ai risparmiatori. E per far questo è importante usare i migliori “mattoni” come costo/rendimento e le migliori strategie (e ci sono naturalmente fondi d’investimento da salvare e il nostro mestiere è selezionarli): questa è quello che ci muove ogni mattina quando arriviamo in ufficio dal lunedì al venerdì (e ci fa pensare a questo anche il sabato e la domenica) per i nostri clienti.

E il “mattone” è un ETF che ci aiuta in modo incredibile e versatile a combinare più tipi di strategie (attive e passive) per restituire al cliente una consulenza sempre più a vero valore aggiunto, facendo tesoro dell’esperienza (positiva e anche negativa!) accumulata in oltre 30 anni di attività e degli input (sempre apprezzati) ricevuti dai nostri clienti .

Parte di questo contributo sulle ragioni del crescente successo degli ETF è stato pubblicato anche sul quotidiano “La Verità” che ci ha chiesto di preparare anche una tabella con alcuni degli ETF più importanti da tenere sotto osservazione. 

 

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI