Investire in obbligazioni e azioni oggi: top e flop. Cosa sta succedendo in Borsa da sapere assolutamente?

Cosa sta succedendo oggi in Borsa? Ecco i top e i flop per investire in obbligazioni e in azioni. Tra i flop BTP e ePrice. Il commento ai mercati azionario e obbligazionario di Salvatore Gaziano nella Lettera Settimanale

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

(il contenuto intero di questa analisi è stata pubblicata in anteprima nella nuova Lettera Settimanale che viene inviata ogni martedì agli iscritti al nostro sito insieme ad altri contenuti speciali: è possibile registrarsi gratuitamente qui nel caso non si fosse già registrati al nostro sito)

Cosa sta succedendo oggi in Borsa? Scegliere di investire in obbligazioni e azioni oggi non è semplice. La Borsa è attualmente in rialzo ma ha comunque sempre qualche spina. Nell’azionario tra le eccezioni troviamo il titolo ePrice, mentre tra le obbligazioni il BTP. Ma diamo un’occhiata più nello specifico.

 

 

Investire in azioni: Borsa in rialzo con qualche spina

 

Per gli amanti delle statistiche azionarie novembre è mediamente un mese positivo per oltre l’85% dei casi anche se va detto che arriviamo da un ottobre strepitoso per i mercati azionari sospinti soprattutto dai risultati aziendali nel terzo trimestre.

Mentre poco più della metà delle azioni dello STOXX 600 e dell’S&P 500 hanno già pubblicato i propri conti, più di sette società su dieci in Europa e più di otto su dieci negli Stati Uniti hanno fatto meglio del previsto in termini di utili per azione, “una proporzione vicina ai massimi storici”, sottolinea Barclays.

Questi utili in forte aumento hanno permesso ai multipli di valutazione di arretrare leggermente su entrambe le sponde dell’Atlantico nonostante il rialzo degli indici azionari. Molte società, piene di liquidità grazie alla rapida ripresa dell’attività, hanno anche annunciato nuovi programmi di riacquisto di azioni, fornendo ulteriore supporto ai mercati azionari.

 

Lettera Settimanale

LA NOSTRA LETTERA SETTIMANALE... WOW!

Tieni sempre acceso un radar sui mercati! Ricevi gratis, ogni martedì, il meglio delle nostre analisi sulla tua casella email

Acconsento al trattamento dei dati per scopi di marketing, comunicazione e promozione da parte esclusiva di SoldiExpert SCF. I miei dati non saranno trasmessi a terzi e trattati nel rispetto della normativa

 

A vedere i mercati, comunque, i rialzi non sono acritici e incondizionati e lo si è visto negli Stati Uniti come in Europa, Italia compresa, quando le trimestrali hanno deluso le aspettative o le società si sono trovate in difficoltà finanziarie come è successo con il titolo ePrice. Nell’investire in azioni però è bene considerare che anche se la Borsa è in rialzo ha comunque qualche spina. Tra i flop in Borsa troviamo, infatti, il titolo ePrice in caduta nell’ultimo mese del 76%.

Le azioni di questa società, specializzata nella vendita di prodotti high-tech (elettronica) e leader nel segmento dei grandi elettrodomestici venduti online, con azionisti di spicco come la Sator Private Equity di Matteo Arpe, dal collocamento del 2015 hanno perso il 99% e la situazione è diventata incandescente nelle ultime settimane visto che un potenziale operatore della grande distribuzione che sembrava interessato a entrare ha deciso di non proseguire le trattative e si apre adesso un problema finanziario di difficile soluzione visto l’andamento della società.

E nell’investire in azioni alla Borsa di Parigi? Il flop in questo caso è Worldline che ha perso più del 20% questo mese, firmando la peggiore performance dell’indice CAC 40, a causa di risultati e prospettive deludenti.

 

 

Investire in obbligazioni: Il BTP è flop

 

Nell’investire in obbligazioni è importante considerare che il debito italiano è tornato sotto pressione con l’aumento dello spread a livelli che non si vedevano da un anno se si confrontano i rendimenti obbligazionari italiani e tedeschi a 10 anni. Gli investitori scommettono che la BCE alzerà i tassi il prossimo anno e non credono molto a Christine Lagarde, presidente della Banca centrale europea che dice che nel 2022 l’inflazione resterà sotto il 2% e che non c’è da preoccuparsi.

Se i tassi dovessero risalire, i Paesi più indebitati sarebbero quelli che potrebbero soffrirne di più e anche per questa ragione se si guarda all’obbligazionario governativo da inizio anno, quello italiano è in negativo di circa il 4% (cedole comprese) e un punto e mezzo l’ha lasciato nel solo mese di ottobre. Nell’investire in obbligazioni fate attenzione: il BTP è flop in Borsa oggi.

 

Obbligazionario governativo italiano: l'andamento dell'ultimo anno

 

Chi pensa che investire in obbligazioni sia un porto sicuro dal rischio e che si possa guadagnare il 2/3% all’anno o più sulla parte bond e in modo “sicuro” è, come spieghiamo da oltre un anno, purtroppo su un pianeta che oggi non c’è più (il passato è passato) e nelle prossime settimane proverò a raccontare in un video qualcosa di questo mercato poiché ogni tanto qualche risparmiatore mi racconta di detenere BTP che gli rendono il 4% (confondendo cedole facciali e rendimento annuale a scadenza) o di ETF o fondi che rendono il 5%.

Se ti interessa questo tema, il contenuto di questo articolo è disponibile anche sul canale Youtube di SoldiExpert SCF in formato video-pillola dal titolo “Mercati finanziari: ottobre toro, ma la borsa ha anche le sue spine. Il caso ePrice“.