Cambiamenti in vista per il settore automobilistico, Goldman Sachs declassa Pirelli

Un'accurata analisi di Goldman Sachs sui fattori che influenzano gli investimenti nel settore auto. Scopri i motivi della scelta sul titolo Pirelli

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Cambiamenti in vista per il settore automobilistico, e in particolare di quello degli pneumatici? Gli esperti di Goldman Sachs fanno delle considerazioni interessanti sul settore automobilistico, in particolare su titoli Pirelli e Michelin. Oltre a un’accurata analisi, la banca d’affari americana ritiene che non sia più conveniente detenere in portafoglio il titolo italiano Pirelli. Scopriamo i motivi.

 

Investire nel settore automobilistico: cambiamenti in vista

La flessione degli OE (Original Equipment ossia l’equipaggiamento di serie, ndr) sta creando un cambiamento ciclico per i produttori di pneumatici.

I produttori europei di pneumatici hanno sovraperformato i produttori dei pezzi di ricambio di oltre il 20% negli ultimi tre anni, del 5% negli ultimi 12 mesi e del 10% dall’inizio dell’anno. Gli esperti di GS attribuiscono questa sovraperformance al fatto che gli investitori hanno preferito i produttori di pneumatici considerati titoli difensivi perché legati a ricavi che non dipendono tanto dalla vendita di nuove auto quanto dalla sostituzione periodica delle gomme del parco vetture già esistente.

Al contrario, il settore dei pezzi di ricambio, fortemente legato alla produzione di veicoli, è stato sia volatile che difficili da prevedere, visto gli eventi che hanno colpito il settore, come la carenza dei chip o in generale la pandemia da Covid.

Secondo le stime la domanda degli pneumatici di serie rispetto alla produzione globale di veicoli è diminuita negli ultimi tre anni (2017-20), il mercato degli pneumatici di ricambio è cresciuto dell’1,4%, dello 0,2% rispettivamente nel 2018 e 2019 ed è diminuito solo dell’11% nel 2020 (rispetto alla produzione dei veicoli leggeri che ha registrato -17%).

Man mano che le restrizioni legate al Covid-19 e le interruzioni della produzione dovute alla carenza di semiconduttori si attenueranno, Goldman Sachs si aspetta un periodo di crescita per la produzione dell’equipaggiamento di serie. Al contrario, con i volumi di pneumatici di ricambio già ai livelli del 2019, gli esperti vedono meno margine di miglioramento.

… continua a leggere su SoldiExpert Lab

SoldiExpert LAB SoldiExpert LAB