Investire in obbligazioni. Attenti ai rendimenti troppo allettanti. (L’esperto Risponde)

 

“Desideravo informazioni su un’obbligazione recentemente emessa dalla società francesce Vallourec che rende oltre il 6% e che ho visto descritta come opportunità in un sito di finanza. Peccato solo per il taglio minimo molto elevato di 100.000 euro di questa emissione.  Cosa ne pensate?”

A. V.

La risposta di Salvatore Gaziano, responsabile strategie d’investimento di SoldiExpert SCF

Ad esagerare, investire più del 2-3% del patrimonio su un bond di una società di questo tipo, in chiave evidentemente speculativa, a mio parere può essere piuttosto rischioso perchè l’elevato rendimento offerto significa chiaramente che questa società ha qualche serio problema ed è bene perciò avere un’ampia diversificazione per poter assorbire senza patire troppo un investimento del tubo... visto che questa società opera proprio in questo settore per l’industria petrolifera.

Già in passato, su uno di questi siti a cui fa riferimento, ho visto consigliare bond in base alla cedola elevata che non hanno fatto una bella fine (da 100 sono arrivati a valere 30 con una perdita quindi del 70% del valore) e comunque non al valore di sottoscrizione, come per esempio quelli di Portugal Telecom (ne avevamo parlato qui) o la spagnola Abengoa, protagoniste di uno scambio bond e ristrutturazione del debito per non parlare di diverse obbligazioni subordinate emesse da banche italiane poi “risolte”.

Data la mia premessa, mettere 100 mila euro su una singola emissione significherebbe poter contare su un patrimonio di almeno 4 o 5 milioni di euro da dedicare agli investimenti ma non se se questo è il suo caso.

Purtroppo lo specchietto della cedola elevata non dovrebbe essere visto come un’opportunità facile per fare soldi ma dovrebbe far scattare qualche campanello d’allarme e far comprendere il rischio elevato che si sta assumendo perchè nei mercati finanziari nessuno regala nulla…

Vallourec, società specializzata nella produzione e distribuzione di tubi per l’estrazione petrolifera, nonostante il forte incremento delle vendite, nell’ultimo anno ha aumentato il debito e di anno in anno rimborsa i bond in scadenza emettendone altri (in pratica ripaga i debiti con altri debiti), mentre la gestione operativa non è molto brillante e al momento genera perdite invece che utili, con debiti pari a 1,54 miliardi contro una capitalizzazione di 2,3 miliardi. Numeri evidentemente molto elevati…

Con l’attuale livello di rendimenti e in anni in cui la BCE ha riempito di liquidità i mercati e società che hanno visto i propri bond addirittura rivaleggiare con quelli di Stati sovrani come rendimenti bassissimi e perfino negativi dovrebbe risultare evidente che se una società paga il 6% e oltre di interessi è perchè si trova in acque agitate e cerca sul mercato di trovare risorse quasi a qualsiasi…

VOGLIO CONTINUARE A LEGGERE

Registrati gratis per poter visualizzare tutti i contenuti

*Campi obbligatori

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check up gratuito e una valutazione del tuo portafoglio

PARLA CON NOI