Investire in obbligazioni: vento in poppa per l’Europa

L'Europa è rimasta indietro nella corsa alla ripresa post-Covid, ma ci sono segnali incoraggianti di un cambiamento. I fattori rilevanti

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Dopo la ripresa post-Covid nelle altre regioni del mondo, come andrà il mercato europeo? Le aspettative di Philippe Gräub e Bernard McGrath, gestori di Union Bancaire Privée (UBP) sono ottimistiche. I gestori si aspettiamo che l’Europa sovraperformi grazie ad alcuni elementi fondamentali chiave. Questo è di buon auspicio per il credito europeo e in particolare per i segmenti a reddito più elevato, come l’high yield e gli AT1 (obbligazioni high yield emesse dagli istituti di credito europeo, ndr).

 

Vaccinazioni a gonfie vele

 

L’implementazione globale dei piani vaccinali ha avuto un impatto positivo sulle economie. Fino ad oggi l’Europa è rimasta indietro, ma con l’aumento della produzione e la distribuzione destinata ad accelerare, è probabile che l’obiettivo della Commissione europea di vaccinare il 70% dei cittadini europei entro la fine di settembre 2021 venga superato.

Ciò consentirà di proseguire nella riapertura delle economie, a beneficio in particolare del settore dei servizi.

 

Il lockdown ha portato il risparmio a livelli spettacolari

 

Come conseguenza dei lockdown e dell’impossibilità forzata di fare acquisti o di viaggiare, i tassi di risparmio in Europa sono aumentati in modo spettacolare, quasi raddoppiando rispetto ai livelli abituali.

A proposito di questo, i gestori di UBP si aspettano che questi risparmi in eccesso vengano spesi, e, secondo loro, è probabile che i guadagni marginali maggiori si registrino nei Paesi europei periferici, più dipendenti dal turismo.

 

Benefici macroeconomici

 

A livello macro, anche l’Europa dovrebbe beneficiare della sua grande economia aperta e del fatto che i suoi due maggiori partner commerciali, Stati Uniti e Cina, sono più avanti sulla via della crescita.

 

Politiche monetarie e fiscale

 

Sebbene sul versante dei consumi lo scenario sia positivo, ci aspettiamo che le misure di stimolo monetario e fiscale vengano mantenute. La BCE manterrà l’allentamento finanziario e il quantitative easing, e l’Eurotower non dovrebbe aumentare il tasso di deposito per diversi anni, muovendosi molto più lentamente della Federal Reserve.

… continua a leggere su SoldiExpert Lab

SoldiExpert LAB SoldiExpert LAB