Il crollo dei rendimenti obbligazionari si ripercuote sui mercati finanziari?

I rendimenti obbligazionari stanno subendo un crollo e stanno influenzando anche il resto del mercato. Ecco quali sono gli effetti e perché preoccupano gli investitori

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Il “tonfo” dei rendimenti obbligazionari  si sta riversando sui mercati finanziari globali, spingendo le azioni delle aziende tecnologiche in rapida crescita verso nuovi record e abbassando i costi dei prestiti aziendali.

E per investire oggi nascono nuove preoccupazioni sulle prospettive dei rendimenti finanziari. Un interessante articolo del Financial Times tratta il tema.

Il consenso degli investitori vale a dire che la robusta crescita economica e l’elevata inflazione avrebbero portato a tassi d’interesse sostanzialmente più alti, è andato in pezzi.

In tutta Wall Street, gli investitori sono improvvisamente costretti a pensare a come riposizionarsi sullo sfondo di quello che Jim Caron, gestore di Morgan Stanley Investment Management, ha descritto come un “picco di crescita, un picco di inflazione e un picco di stimolo politico”.

Il mercato ha preso spunto dai segnali della Federal Reserve che sta considerando di diminuire il suo sostegno monetario prima di quanto previsto in precedenza, e sembra probabile che aumenterà i tassi in tempo utile per evitare che l’inflazione svanisca.

Nel frattempo, con gli Stati Uniti che si sono liberati della maggior parte delle restrizioni per la pandemia, e la prevalenza nel Paese della variante Delta, gli strategist vedono meno possibilità per la crescita.

Il rendimento obbligazionari, in particolare dei titoli Treasury a 10 anni, che ha raggiunto l’1,77% a marzo, è sceso di 0,11 punti percentuali in sole due sessioni di trading questa settimana ed è scivolato sotto l’1,3% all’inizio di giovedì scorso, come si può vedere dal grafico seguente.

 

Treasury a 10 anni da gennaio a oggi

 

“Il costo del contante sta diminuendo e la gente sta cercando nuovi mezzi dove impiegare quel contante”, ha detto Caron. “Questo è di supporto ai mercati degli asset più ampi”.

 

Investire nel mercato azionario: record e rotazione titoli

 

E per quanto riguarda gli investimenti sul mercato azionario?

L’indice americano S&P 500 ha raggiunto otto massimi negli ultimi nove giorni di trading, e Apple, la più grande società dell’indice, ha chiuso al massimo mercoledì, il suo primo massimo di chiusura da gennaio.

… continua a leggere su SoldiExpert Lab

SoldiExpert LAB SoldiExpert LAB