Mercati: le questioni che li metteranno ancora una volta alla prova

La resistenza dei mercati azionari è eccezionale ma potrebbe essere messa a dura prova da queste questioni importanti. Ecco quali

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

TOL Summit 2021

La resilienza dei mercati sarà ancora una volta messa alla prova secondo OFI Asset Management. Dal caso Evergrande al rialzo dei tassi di interesse scopriamo quali sono le conseguenze di questi eventi per i mercati attuali.

Ecco le questioni più importanti su cui ci soffermiamo.

 

 

La Cina e il caso Evergrande mettono a rischio i mercati azionari?

 

La Cina è stata “scossa” da un giro di vite normativo. Gli obiettivi di questo giro di vite sono certamente lodevoli (ripristinare una certa armonia sociale riducendo i divari di ricchezza, far ripartire i tassi di natalità e accelerare il passaggio a un’economia decarbonizzata), ma sta causando tensioni reali. In generale, la Cina e il caso Evergrande mettono a rischio i mercati azionari?

È in questo contesto che Evergrande, che fino a poco tempo fa era il più grande sviluppatore immobiliare del mondo, è quasi fallito. Questo è un problema puramente cinese secondo OFI Asset Management. Le banche e gli investitori internazionali sono poco esposti al settore immobiliare cinese.

Gli analisti di OFI AM ritengono che Evergrande non abbia compromesso il potenziale strutturale degli investimenti su questi mercati a medio e lungo termine. Tali investimenti hanno un ruolo particolare in un’allocazione globale, a causa del ruolo crescente della Cina nell’economia globale e nella finanza internazionale, della reale apertura dei mercati dei capitali cinesi e delle loro dinamiche settoriali e tematiche.

 

 

Mercati: la fiducia dei consumatori sta scendendo?

 

Nel rispondere alla domanda “la fiducia dei consumatori sta scendendo?” gli esperti analizzano prima il mercato statunitense e poi quello europeo.

Se si guarda agli Stati Uniti, molti economisti hanno alzato significativamente le loro stime di crescita per il terzo trimestre. Nel suo ultimo Beige Book, la Federal Reserve ha dichiarato che, mentre la ripresa della variante Delta ha contribuito a questo rallentamento, è lontana dall’essere l’unica ragione.

Un’altra ragione consiste nel consumo delle famiglie che è sceso bruscamente, a causa probabilmente dei prezzi più alti, in particolare per l’energia, e delle aspettative di aumento delle tasse.

… continua a leggere su SoldiExpert Lab

SoldiExpert LAB SoldiExpert LAB