FONDI IMMOBILIARI, DIAMANTI E AZIONI NON QUOTATE: QUANDO DIRE NO AL TUO CONSULENTE FINANZIARIO

Troppi prodotti venduti dai pusher finanziari più amati dagli italiani negli ultimi 10 anni si sono rivelati delle trappole ammazza risparmi. Dal fondo immobiliare collocato ai clienti da Poste Italiane e giunto a scadenza a dicembre del 2016 con perdite del 58,08%, ai quattro soldi proposti agli azionisti di Veneto Banca e di Popolare Vicenza in cambio di un condono tombale (- 85% in meno del capitale investito), ai giochetti svelati in tv e su alcuni giornali sul prezzo dei diamanti venduti allo sportello. Facciamo un breve ripasso e vediamo di imparare qualcosa da questa mattanza. A futura memoria.

 

Il mattone postale

E’ cronaca delle ultime settimane che Poste Italiane sta cercando di trovare una qualche forma di ristoro per le perdite causate da un fondo immobiliare (Irs acronimo di Investire Real Security) massicciamente collocato ai suoi sportelli nel 2003. Giunto a scadenza il 31 12 2016, il fondo a 13 anni dal suo collocamento ha liquidato i suoi sottoscrittori (clienti del gruppo Poste Italiane) con 390,00 euro rispetto ai 2500,00 euro di prezzo di collocamento.

Considerando che dal 2005 al 2009 il fondo ha pagato dividendi per 658 euro, stiamo parlando per i clienti di Poste Italiane che lo hanno sottoscritto, di una perdita del 58,08% rispetto al capitale inizialmente versato.

La perdita in termini reali provocata dal fondo Investire Real Security comprato agli sportelli delle Poste Italiane è stata pari all’80% del capitale investito

Era prevedibile? Al netto del grande amore degli italiani per il mattone e per le Poste, qualche dubbio sarebbe potuto anche farselo venire sulla bontà dell’investimento.

I clienti di Poste hanno investito in un fondo immobiliare chiuso, quindi in un prodotto, dato il sottostante, poco liquido. In un fondo di questo tipo il valore della quota è stabilito in base alle perizie di esperti indipendenti sul valore degli immobili detenuti dal fondo.

Diversamente da un fondo aperto che investe in titoli quotati (azioni, etf, obbligazioni) che hanno un valore dato da scambi di mercato, in un fondo immobiliare chiuso considerare come scritto sulla pietra il valore della quota è molto ingenuo. Il fondo Irs collocato agli sportelli di Poste Italiane aveva un centro commerciale a Bologna e uno a Andria, immobili a destinazione direzionale a Cinisello Balsamo e a Torino e un immobile a destinazione logistica a Rutigliano (Ba). Tutti beni con un valore stimato da poche persone come accade in questo genere di affari dove la società che gestisce il fondo paga gli stessi esperti indipendenti che devono dare un valore economico agli immobili detenuti dal fondo.

Gli abusi e le leggerezze nell’esagerare per colpa o dolo il valore degli immobili sono molto ampi e nella storia finanziaria diverse volte è già accaduto che fondi immobiliari fossero…

Sì, VOGLIO CONTINUARE A LEGGERE

REGISTRATI GRATIS per poter visualizzare tutti i contenuti e ottenere l'accesso al SoldiExpert Club

* Il nome è un'informazione obbligatoria
* Il cognome è un'informazione obbligatoria
* Il tuo indirizzo email è un'informazione obbligatoria e sarà usato anche come nome utente di accesso al sito, quindi inserisci quello che usi maggiormente
Digita due volte la tua email per evitare errori.
Ti chiediamo il numero di telefono solo per contattarti in caso di problemi.
*Campi obbligatori

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI