La nomina di Profumo silura Leonardo. Intanto le medium cap a Piazza Affari prendono il largo

Sulla Borsa italiana da inizio anno c’è un Etf, un fondo d’investimento “clone” che replica l’andamento del mercato a cui è agganciato, che da inizio anno ha visto la propria capitalizzazione moltiplicarsi per 6, passando da 40 milioni di euro di masse sotto gestione a oltre 260 milioni di euro. Un fiume di denaro quasi ininterrotto che si spiega con una sigla di 3 lettere: P.I.R. Ovvero Piani Individuali di Risparmio.
L’ETF in questione (emesso da Lyxor e con Isin FR0011758085) è quello che replica il Ftse Mid Cap ovvero l’indice delle azioni quotate a Piazza Affari di media capitalizzazione che contiene le 60 società che non fanno parte dell’indice principale Ftse Mib40. Da Acea a Zignago Vetro. Questo ETF ha in pancia non le grandi banche italiane o Eni o Enel, ma i pesi medi.

Dall’inizio dell’anno le mid cap italiane salgono del 14,15% mentre le azioni con pesi medio-massimi, ovvero quelle incluse nell’indice Ftse Mib40, sono salite del 4,5%. Una tendenza già forte da diversi anni, che con l’introduzione della normativa sui Piani Individuali di Risparmio (PIR) nell’ultima legge di Bilancio ha dato nuova linfa a questo comparto (argomento su cui pubblicheremo giovedì il nostro studio integrale con i pro e contro di questo strumento d’investimento dal forte appeal fiscale).

 

>>> Scopri perché nel mondo gli ETF stanno rottamando i fondi e come puoi investire oggi in modo più intelligente: scarica la Guida Gratuita scritta dai consulenti indipendenti di SoldiExpert SCF <<<

 

E proprio riguardo il mondo delle medium e small cap si apre oggi a Piazza Affari l’appuntamento dello Star Conference, l’evento di 2 giorni dedicato all’incontro con gli investitori provenienti da tutto il mondo che incontrano i vertici del segmento STAR. Le medium cap con requisiti superiori come trasparenza e flottante e che comprende oggi 70 società quotate con una capitalizzazione complessiva pari a 37,4 miliardi di euro.
Di questo Salvatore Gaziano, responsabile degli investimenti di SoldiExpert SCF, ha parlato durante il consueto appuntamento con Caffè Affari su Class CNBC (canale Sky 507) insieme alla situazione di Leonardo-Finmeccanica che ha visto in questi giorni perdere oltre 500 milioni di euro di capitalizzazione di Borsa complice il cambio dei vertici con la nomina del banchiere Alessandro Profumo (che ha preso il posto di Mauro Moretti) a capo della più importante azienda italiana specializzata in difesa e aereo-spazio. Un’azienda che in questi anni ha visto un’enorme distruzione di valore (basti confrontare negli ultimi 10 anni le quotazioni di Leonardo Finmeccanica con quelle del comparto) grazie alla gestione clientelare e affidata a manager di nomina politica e senza una visione imprenditoriale e di Sistema Paese. Di cui la nomina di Alessandro Profumo rappresenta la naturale prosecuzione. Nulla di nuovo sotto il sole.

Clicca qui sotto per vedere e ascoltare l’intervento di Salvatore Gaziano questa mattina a Caffè Affari su Class Cnbc.

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI