La prossima tappa del Covid-19

La fase di emergenza della pandemia sta volgendo al termine. Troppi governi non sono riusciti ad individuare ciò che stava arrivando,

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Questo contenuto è apparso su L’Economist il 23 maggio e ci sembrava interessante condividerlo e tradurlo visto che tratta un tema sempre più dibattuto sul tema costi, benefici ed effetti del lockdown e su cosa ora i governi nazionali dovranno confrontarsi (e con risorse molto differenti fra Paesi e Paesi) per ripartire.

Da quando la Cina ha bloccato la città di Wuhan il 23 gennaio, più di un terzo della popolazione mondiale è stata chiusa in casa. È difficile pensare che una politica sia mai stata imposta così largamente con così poca preparazione o dibattito. Ma poi la chiusura della società non è stata una risposta ponderata, quanto piuttosto una misura disperata per un tempo disperato. Ha rallentato la pandemia, ma a un prezzo terribile. Mentre cercano di lasciarsi alle spalle la chiusura, i governi non pensano abbastanza ai costi e ai benefici di ciò che verrà dopo.

Anche se l’allontanamento sociale può dover essere sostenuto per mesi o anni, le misure di blocco possono essere solo temporanee. Questo perché sta diventando chiaro quanto siano costosi, specialmente nei paesi poveri. Parte del prezzo è economico. Goldman Sachs questa settimana ha previsto che il PIL dell’India sarebbe sceso nel secondo trimestre ad un tasso trimestrale annualizzato del 45%, e che sarebbe risalito del 20% nel terzo trimestre se le serrate fossero state revocate. Absa, una banca, ritiene che l’economia sudafricana potrebbe ridursi ad un tasso annualizzato del 23,5% nel secondo trimestre.

I più poveri sono colpiti molto duramente, perché non hanno nulla su cui ripiegare. Nell’Africa subsahariana un individuo nel quintile di reddito più basso ha solo il 4% di possibilità di ricevere assistenza sociale dal governo in tempi normali. La combinazione di covid-19 e serrate potrebbe spingere fino a 420 milioni di persone in una povertà assoluta, definita come il dover vivere con meno di 1,90 dollari al giorno. Questo aumenterebbe il totale di due terzi e rallenterebbe il progresso contro la penuria di un decennio (vedi articolo).

Continua a leggere su…

Continua a leggere l'analisi su SoldiExpertLAB Continua a leggere l'analisi su SoldiExpertLAB