La vittoria da visconte dimezzato di Joe Biden piace a Wall Street. E ora? I fondi e gli ETF da monitorare

Che Stati Uniti saranno con Joe Biden, 46° presidente degli USA?

I mercati finanziari dopo qualche ora di smarrimento hanno considerato la vittoria risicata di Biden con il Senato diviso la migliore soluzione possibile. Ha vinto Biden ma senza stravincere come nelle previsioni grazie ai tanti voti che comunque ha preso il partito Repubblicano e questo anestetizza le riforme annunciate dai democratici che meno piacevano a Wall Street.

I mercati non hanno festeggiato la vittoria di Biden ma la sua parziale sconfitta da “visconte dimezzato”.

Un aumento dell’imposizione fiscale sulle aziende o interventi regolatori aspri sul modello di business e sui prezzi di alcune industrie come quella farmaceutica, tecnologica e della comunicazione digitale erano le cose che i mercati meno apprezzavano della piattaforma dei democratici Usa e se il Senato resterà diviso e in mano ai Repubblicani (lo si capirà a inizio gennaio con il voto in Georgia) sarà ben difficile far passare leggi troppo oltranziste.

Lo scenario attuale insomma vede tornare la lotta alla pandemia come la strategia economica n.1 e l’annuncio di Pfizer in settimana ha favorito settori ciclici come il settore energetico e petrolifero tradizionale che teoricamente sono fra quelli più sfavoriti dalla piattaforma Biden orientata soprattutto verso l’energia pulita, la transizione energetica e le infrastrutture legate alla decarbonizzazione.

Per chi vuole scommettere sugli Stati Uniti fra fondi ed ETF c’è solo l’imbarazzo della scelta e il 2020 ha segnato soprattutto la vittoria dei titoli Growth ovvero legati soprattutto alla tecnologia come dimostra la performance stellare del fondo MSIF Us Growth A EUR di Morgan Stanley che sulla carta dovrebbe lasciare il passo a temi e titoli più ciclici che hanno sofferto maggiormente questa pandemia come per esempio il Franklin LibertyQ U.S. Equity ETF (che seleziona i titoli dell’indice Russel 1000 in base a differenti fattori) o il fondo T.Rowe US Smaller Companies Equity A EUR o l’Ossiam Shiller Sector se ritornerà l’attenzione verso i titoli più “value” ovvero legati più al ciclo economico e con multipli più bassi rispetto a quelli dell’indice Growth.

… continua a leggere su SoldiExpert Lab

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI