L’ABI FA LA FESTA AL RISPARMIATORE CON I FUMETTI: “TU E IL TUO BAIL IN”

Negli sportelli delle banche italiane è arrivata finalmente in distribuzione la brochure informativa prodotta dall’ABI, l’associazione dei banchieri italiani, che dovrebbe servire a spiegare ai correntisti come funziona il bail in.

Un compito non facile di divulgazione: spiegare ai risparmiatori italiani perché grazie alla nuova normativa europea dal 1° gennaio 2016 possono partecipare con i loro risparmi al salvataggio del loro istituto in caso di dissesto. Qualcosa di non bello e facile da spiegare perché a tutti gli effetti si tratta di un prelievo forzoso dove un risparmiatore può essere chiamato a pagare con i propri risparmi il dissesto provocato dai manager della banca a cui ha dato fiducia.

I creativi dell’Abi però si sono superati nel far capire ai correntisti e titolari di obbligazioni delle banche italiane come questo evento non vada considerato come una iattura ma un evento a cui partecipare forse con gioia e sprezzo per il pericolo con questo opuscolo con un titolo che potrebbe ricordare il celebre motto dannunziano “me ne frego”.

tuobailin

“Tu e il tuo bail-in” si intitola infatti la guida in dieci domande e dieci risposte che l’Abi ha messo a punto insieme a 12 associazioni dei consumatori per far conoscere a clienti e risparmiatori i principali cambiamenti introdotti dalle nuove regole europee sulle crisi bancarie.

Ora che spiegare in modo comprensibile una normativa così complicata e spinosa come quella del bail-in siamo d’accordo che non è facile ma addirittura farla passare quasi come una festa per il risparmiatore come sembra suggerire lo slogan (“Tu e il tuo bail-in”) ci sembra un tantino esagerato. A essere un po’ pignoli la festa viene fatta, infatti, al risparmiatore!

Nessun creativo pubblicitario statunitense proverebbe a convincere un tacchino che la festa del Ringraziamento (giorno nel quale è tradizione negli Stati Uniti riunirsi con tutta la famiglia per mangiare la carne di questo volatile) è una fantastica cosa.

Ma all’Abi devono aver pensato che sia giunta l’ora di cercare di rendere simpatica questa cosa del bail in in una sorta di controffensiva mediatica contro i “gufi” che lo evocano chissà perché come una sorta di spettro o Apocalisse.
Al termine della lettura il “bail in” potrebbe invece ora apparire bello, giusto, rapido ed efficace .

Si tratta in fin dei conti solo di un “Piano di Risanamento che prevede cosa una banca deve fare qualora si realizzino eventi avversi, evitando così di prendere decisioni affrettate in emergenza”.

Un ganzissimo piano B.

Che ha infatti così responsabilizzato molti risparmiatori italiani da avviare in poche settimane un vero e proprio fuggi fuggi in…

Sì, VOGLIO CONTINUARE A LEGGERE

REGISTRATI GRATIS per poter visualizzare tutti i contenuti e ottenere l'accesso al SoldiExpert Club

* Il nome è un'informazione obbligatoria
* Il cognome è un'informazione obbligatoria
* Il tuo indirizzo email è un'informazione obbligatoria e sarà usato anche come nome utente di accesso al sito, quindi inserisci quello che usi maggiormente
Digita due volte la tua email per evitare errori.
Ti chiediamo il numero di telefono solo per contattarti in caso di problemi.
*Campi obbligatori

Tags

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI