L’aumento di capitale di Unicredit: il rischio buco nero

Ospite di Caffè Affari su Class CNBC Salvatore Gaziano, responsabile Strategie di Investimento di SoldiExpert SCF, commenta anche questa settimana prima dell’apertura dei mercati le notizie più rilevanti di Piazza Affari.

Ed è l’aumento di capitale Unicredit e il documento presentato alla Consob integrativo al prospetto che mette in allerta i mercati e lo stato di salute di una delle banche sistemiche più importanti europee. Certo si tratta di uno sfasamento temporale perché con l’aumento di capitale che partirà settimana prossima il “buco” dovrebbe essere ampiamente coperto ma restano molti dubbi sugli “scheletri” che Unicredit nell’era Profumo e Ghizzoni ha tenuto dentro gli armadi con una quota di prestiti di dubbissima esigibilità veramente mostruosa.

E non rassicura affatto che la BCE ha già chiesto ai vertici di Unicredit entro fine febbraio di presentare un nuovo piano su come intende gestire i crediti di difficile esigibilità che non sono stati ceduti (e che hanno provocato nel IV trimestre lo shock del conto economico con una perdita dovuta alle svalutazioni di oltre 10 miliardi di euro).
Un film che sembra già visto…

Ma questa settimana è quella dei conti e dei nuovi piani industriali per 2 società quotate a Piazza Affari come Telecom Italia e CNH Industrial che potrebbero riservare delle positive sorprese.

Su Telecom Italia si attende di vedere all’opera il lavoro di mani di forbice sul taglio dei costi di Flavio Cattaneo, ad della società, ma soprattutto ci si aspettano convincenti prospettive sulla ripresa della redditività in Brasile e in Italia dove la banda larga dovrebbe finalmente sfondare come nuovi allacciamenti da qui al 2019 in un mercato che diventa più competitivo.

Ma oggi sono attesi i conti e il nuovo piano anche di CNH Industrial, una società del gruppo Exor, che capitalizza quasi 12 miliardi di euro e che dovrebbe beneficiare della ripresa del ciclo d’investimenti sia nell’agricoltura che nelle infrastrutture. Una società ben posizionata a livello mondiale e negli Stati Uniti dove l’elezione di Donald Trump ha ridato forte slancio al settore con le attese di investimenti infrastrutturali di oltre 1000 miliardi di dollari.

Un settore quello in cui opera CNH che spazia dalle ruspe ai trattori e dove la tecnologia giocherà un ruolo sempre più importante. Come spiega Salvatore Gaziano nell’intervista su Class CNBC …

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI