Materie prime: bene lo scenario micro, meno quello macro

Come si stanno muovendo i mercati delle materie prime? Gli analisti di Goldman Sachs lo spiegano

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Un analisi di Goldman Sachs evidenzia i tre rischi macro che possono tenere le materie prime sotto scacco: ritardi nell’approvazione dei vaccini, possibili mutazioni del virus e il rafforzamento del dollaro.

Se lo scenario macro non è favorevole, dal punto di vista micro le materie prime stanno invece guadagnando slancio.

Gli analisti di Goldman Sachs hanno osservato che nelle ultime quattro settimane i mercati delle materie prime, tra cui petrolio, rame e ferro, si sono rafforzati, come si può osservare dal grafico, provocando una spinta al rialzo dell’indice sulle materie prime di GS, il Goldman Sachs Commodity Index.

Ad eccezione del cacao e dello zinco, in tutti i principali mercati delle materie prime la domanda è superiore all’offerta, con le scorte che stanno salendo.

La convinzione che le materie prime potrebbero offrire un ritorno positivo dell’investimento è avvalorata dalla backwardation, situazione che si verifica quando il prezzo attuale in contanti è superiore ai prezzi futuri impliciti nei corrispondenti contratti futures sulle commodity.

Questa divergenza dei prezzi indica che molti acquirenti, si aspettano che a breve ci sarà un eccesso di domanda rispetto all’offerta e pur di avere subito la materia prima sono disposti a pagare di più.

La situazione attuale sulle commodity è opposta rispetto a quella dell’anno scorso, quando il ritorno dell’investimento sulle materie prime era fortemente negativo e contro l’incertezza dei mercati finanziari gli investitori preferivano detenere liquidità. Oggi secondo Goldman Sachs investire in materie prime è una copertura contro l’incertezza dei mercati finanziari.

L’efficacia del vaccino rappresenta un rischio per le commodity?

In questo contesto, secondo gli esperti della banca d’affari, ciò che rende le materie prime una copertura contro l’incertezza dei mercati finanziari è che i rendimenti delle commodity sono guidati direttamente dalla domanda delle stesse e non dai tassi di crescita della domanda, che invece guida i mercati finanziari.

… continua a leggere su SoldiExpert Lab