Materie prime: il boom inarrestabile del legname

In pandemia contro ogni aspettativa i consumatori hanno puntato sul bricolage e ristrutturazioni e ora il mercato del legname è decollato

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Con la pandemia da Coronavirus ci si è chiesto quali effetti potessero subire le materie prime. A un anno dall’inizio dei lockdown esistono vincitori e vinti?

Uno dei protagonisti di articoli dai quotidiani, francese e inglese rispettivamente, Les Echos e Financial Times è il legname, di cui si racconta di un vero e proprio boom che abbiamo visto e raccontato anche noi di SoldiExpert SCF alcune settimane fa in un webinar dedicato ai clienti di una banca di cui siamo consulenti di alcune linee di gestione patrimoniale per aver inserito questa asset class con un fondo dedicato alle società nel mondo attive in tutto il settore del legname, comprese quelle che operano nell’utilizzo di zone boschive, dall’attività forestale alla lavorazione del legno a fini edilizi, industriali e di consumo.

Sul finire dello scorso anno ci sembravano essere “germogliate” tutte le condizioni ideali per un’accelerazione della salita.

 

L'andamento del contratto future sul legname nell'ultimo anno

 

Vincitori e vinti

 

I metalli, e in particolare quelli legati all’elettricità, beneficeranno appieno del recupero. I piani di ripresa sono un’opportunità per i governi americano, cinese ed europeo di investire in modo massiccio nella transizione energetica.

La domanda di rame dovrebbe quindi esplodere per costruire le reti che sosterranno l’elettrificazione dell’economia e della mobilità. Ne parliamo in questo articolo. Tra i metalli vincitori si trovano anche litio, nichel e cobalto, molto ricercati per la produzione di batterie.

Per quanto riguarda l’oro, dopo aver raggiunto il nuovo record di oltre 2000 dollari l’oncia lo scorso agosto, il metallo giallo ha perso il suo splendore dai primi annunci di vaccini. Dall’inizio dell’anno, con l’aumento dei tassi e la ripresa, i prezzi dell’oro sono in calo seppure nelle ultime settimane hanno mostrato segni di recupero. .

Senza alcun dubbio, il legname rappresenta uno dei grandi vincitori di quest’anno: gli alberi non arrivano a toccare il cielo, ma nei mercati finanziari nulla sembra fermare l’aumento dei prezzi della materia prima.

… continua a leggere su SoldiExpert Lab

SoldiExpert LAB SoldiExpert LAB