Torna il sereno per i mercati finanziari mondiali?

Nonostante le pressioni inflazionistiche e crisi energetica, alcuni eventi riportano il sereno sui mercati finanziari mondiali. Ecco un'analisi sui punti chiave

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

L’avvio positivo della reporting season negli Usa, le buone indicazioni dal mercato del lavoro e l’accordo per l’estensione a dicembre del tetto sul debito, riportano il sereno sui mercati. Ecco alcuni punti chiavi analizzati grazie al contributo di Massimiliano Schena, Direttore Investimenti di Symphonia SGR, che riportiamo integralmente.

Seppur in un contesto ancora frenato dalle preoccupazioni per il possibile impatto sugli utili societari delle pressioni inflazionistiche e delle tensioni sulla supply chain, il sentiment degli operatori è stato risollevato da un avvio positivo della reporting season, con le principali banche americane che hanno riportato delle trimestrali sopra le attese.

 

 

Come sta andando il mercato azionario?

 

Grazie al forte rimbalzo degli asset rischiosi del mese di ottobre, i mercati finanziari sembrano quindi aver schivato un’altra correzione, dopo quella di agosto legata alla variante Delta.

Questa volta tra i catalizzatori vi sono l’accordo per il rinvio della soglia massima del debito pubblico Usa a dicembre, che lascia un po’ di margine per approvare un piano fiscale composito che deve includere anche il maxi stimolo fiscale dell’Amministrazione Biden.

Inoltre, anche se gli investitori prezzano aggressivamente la rimozione anticipata dello stimolo monetario di alcune Banche Centrali cruciali come Fed e Bank of England, la pausa nell’ascesa dei rendimenti obbligazionari guidata dal ritracciamento dei tassi reali fornisce un contesto ancora molto positivo per il mercato azionario.

Come risultato, l’S&P 500 è ritornato in prossimità dei massimi storici di inizio settembre, con la perdita di vigore delle vendite sulla duration che hanno spinto in particolare il comparto tecnologico e con esso l’indice Nasdaq. Nonostante la sovraperformance del settore Growth rispetto al Value, l’Europa ha comunque registrato la performance migliore a livello globale, superando anche la Cina e i Paesi Emergenti.

 

 

E il mercato obbligazionario?

 

Per quanto riguarda il mercato obbligazionario, positivo anche il mercato del credito, in particolare il corporate high yield ed Emergente, grazie alla discesa dei rendimenti del Treasury.

… continua a leggere su SoldiExpert Lab

SoldiExpert LAB SoldiExpert LAB