MERCATI: CRONACHE DA UN MONDO CAPOVOLTO NELL’ERA DEI TASSI NEGATIVI. COSA CI RISERVA IL FUTURO?

“L’assurdo è ormai la regola – secondo Didier Saint-Georges di Carmignac – Questa estate non servono i thriller, alla suspence ci pensa il mercato”.

BONDISTI CORNUTI E MAZZIATI. Ecco le cronache di un mondo capovolto “I mercati sono disposti a pagare lo Stato francese pur di prestargli denaro a dieci anni e questa non è neppure un’eccezione statistica: a livello mondiale 13.000 miliardi di dollari di obbligazioni offrono rendimenti negativi – argomenta il gestore di Carmignac – E poiché le banche per ora non osano far pagare ai propri clienti il saldo dei conti correnti, l’unico vantaggio di questa situazione per i privati è rappresentato dai tassi di interesse sui mutui ai minimi storici. Anche le imprese beneficiano di condizioni di finanziamento estremamente vantaggiose ma, per mancanza di fiducia nella crescita economica, questa manna alimenta gli investimenti finanziari a scapito di quelli nelle infrastrutture produttive.”

 

 

IMPRESE, VORREI MA NON POSSO. Le imprese sono le più penalizzate dall’assenza di inflazione che le banche centrali cercano di far ripartire con tutti i mezzi: a che pro investire se poi non puoi rivalerti sul consumatore? L’inflazione non riparte nemmeno dove i salari come negli Stati Uniti sono in aumento “Gli sforzi delle banche centrali sono vanificati dall’effetto deflazionistico della globalizzazione – spiega Didier Saint-Georges – dal moltiplicarsi dei lavori occasionali nel terziario negli Stati Uniti e ancora dall’amazonificazione della distribuzione.”

INFLAZIONE BASSA PER SEMPRE. Perchè l’inflazione non riparte? “La chiave sta forse nel fatto che il consumatore onnipotente può imporre prezzi bassi – azzarda il gestore di Carmignac – che costringono le aziende a sostenere gli aumenti di stipendio erodendo i loro margini di profitto? Se così fosse, la pressione sui margini ridurrà ulteriormente la situazione già critica degli investimenti aziendali, perpetuando la debolezza della crescita globale. Probabilmente è questo timore che spinge gli Stati Uniti a fare uso della loro posizione di forza nei confronti dei partner commerciali per accaparrarsi la fetta più grande possibile della torta globale dell’attività economica, che si sta riducendo. D’altronde oggi i mercati non hanno più dubbi: l’estremo posizionamento degli investitori su azioni growth e obbligazioni riflette una rassegnazione unanime di fronte all’economia fiacca, all’inflazione senza futuro e a tassi perpetuamente ai minimi. Eppure tutto ciò potrebbe riservarci una sorpresa durante l’estate perché, come diceva Sherlock Holmes: “Nulla è più ingannevole di un fatto ovvio”. Suspense.

 

>>> CLICCA QUI E SCARICA i nostri migliori suggerimenti per investire in modo intelligente secondo la taglia del tuo patrimonio <<<

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI