TOH! VAI AL TOL EXPO A PIAZZA AFFARI E SCOPRI CHE NEL TEMPIO DEL DENARO IL DENARO E’ BANDITO.

Un anno fa l’ingenua quattordicenne Rebecca Javeleau grazie (o più precisamente per colpa) di Facebook ha avuto i suoi wharoliani 5 minuti di celebrità, invitando alla sua festa di compleanno (per un errore di impostazione delle opzioni privacy) praticamente tutto il mondo e ricevendo oltre 21.000 conferme di partecipazione. E provocando le ire della madre che aveva  permesso alla figlia di invitare alla festa massimo 15 persone.
Questa storia ci è venuta in mente partecipando alla prima della due giorni organizzata da Borsa Italiana per la nona edizione della Trading online Expo. Un evento organizzato da Borsa Italiana che si sviluppa in due giorni, quest’anno il 27 e 28 ottobre, rivolto a trader professionisti e a tutti i risparmiatori che vogliono approfondire argomenti e prodotti finanziari (etf, etc, obbligazioni, derivati, ecc.) con oltre 40 espositori presenti e con la possibilità di incontrare i broker online e gli emittenti. E soprattutto la possibilità di partecipare a seminari, incontri, conferenze su tutto lo scibile finanziario: dalla caduta delle obbligazioni ai lati oscuri degli Etf, dallo spread trading ai conti di deposito, dalle valute al gioco d’azzardo, dalle strategie ribassiste a quelle rialziste, dai derivati ai Btp, dall’oro alla pancetta.

Tutto bene se non che la sede scelta (Palazzo Mezzanotte, ovvero la storica sede di Piazza Affari) e l’organizzazione messa in campo hanno dimostrato numerose pecche. E questa è il nostro resoconto naturalmente un po’ ironico (Gabriele Villa, responsabile Investitori Privati per i mercati azionari e derivati di Borsa Italiana e del London Stock Exchange, permettendo).

All’apertura di ieri, infatti, centinaia di persone hanno atteso anche oltre 50 minuti per poter entrare e registrarsi (giornalisti compresi). Poche postazioni operative in confronto alla folla a rilasciare il pass di accesso alla manifestazione e diverse titubanze dell’organizzazione che non sapeva nemmeno come gestire questo afflusso. D’altra parte se promuovi una manifestazione con centinaia di migliaia di mailing e pubblicità via internet e a mezzo stampa finanziaria non dovresti poi stupirti che la gente viene veramente per un evento peraltro gratuito, no?

Dentro la manifestazione quasi solito assalto agli stand (soprattutto per fare incetta degli agognati gadget che meritano un capitolo a parte in questa breve cronaca) ma anche alle conferenze. Inutile dire che chi voleva partecipare (così ci hanno confermato diversi ‘potenziali’ partecipanti) a quelle messe in cartellone alle 9,30 si trovava impossibilitato a essere in sala poiché bloccato prima ai desk della registrazione in coda e poi, una volta finalmente entrato, perché quasi tutte le sale si dimostravano incapaci di contenere tutti i partecipanti e perciò sbarrate. Con un notevole fastidio da parte dei visitatori che…

Per continuare a leggere devi effettuare il login, se non hai ancora un login, Registrati gratuitamente per visualizzare tutti i contenuti del nostro Investor Club e avere accesso integrale a tutte le risorse inFormative e ai vari report.

SoldiExpert SCF è una società di consulenza finanziaria indipendente al servizio di risparmiatori e investitori che ricercano soluzioni d'investimento trasparenti, innovative e flessibili.

REGISTRATI GRATUITAMENTE

Registrati gratis per poter visualizzare tutti i contenuti

Minimo 6 caratteri
*Campi obbligatori

Articolo a cura di

Ufficio Studi SoldiExpert SCF