I TITOLI TOP (Prelios) & FLOP (TREVI Finanziaria) DELLA SETTIMANA.

Ecco i titoli che si sono distinti nell’ultima settimana al rialzo e al ribasso. Rimbalza Prelios (+33,84%) e affonda TREVI Finanziaria (-4,69%). Questa pazza, pazza Borsa… vista con una punta (naturalmente di matita e di colore rigorosamente rosso o blu) di ironia. Per cercare di sorridere anche dei continui saliscendi.

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

TOP

Prelios

Il comparto immobiliare non dà ancora segnali di svolta positiva, anzi prezzi e trattative languono sempre di più e anche negli Stati Uniti i dati che arrivano mostrano ancora un mercato zoppicante con nuove vendite in continuo calo anche per effetto del credit crunch. Meno mutui, futuro più incerto e i risparmiatori prima di buttarsi sul mattone ci pensano bene, scommettendo magari che i minimi devono ancora arrivare in questo settore. Ma a Piazza Affari si respira tutt’altra aria con questo comparto sugli scudi. E Prelios, società immobiliare (ex Pirelli Real Estate) è fra i titoli che salgono maggiormente. Il rimbalzo del gatto morto o una vera inversione di tendenza? Una cosa è certa: i prezzi delle società immobiliari a Piazza Affari sono quanto di meno …immobile si possa avere in portafoglio. O la va o la spacca…

FLOP

logo trevigroup

 

E’ di oggi la notizia dell’aggiudicazione di una commessa di 200 milioni di euro in Brasile e Argentina per Trevi Finanziaria, società cesenate specializzata in lavori di ingegneria, dalla perforazione petrolifera alla costruzione di dighe, ponti o fondazioni. Ma il titolo continua a scendere anche per effetto dei pesanti downgrade che sono arrivati in settimana da diverse importanti banche d’affari (Mediobanca ed Exane) che prima consigliavano di acquistare il titolo e ora hanno abbassato previsioni e target price. Gli analisti si aspettano margini sotto pressione nel quarto trimestre 2011 e il 2012 non dovrebbe vedere un’inversione del trend sui margini. Per questi motivi l’utile netto è previsto in forte discesa (del -15% sul 2011 e del -28% sul 2012). Staremo a vedere: a guardare quello che è accaduto leggendo i precedenti target price e consigli …verrebbe voglia di entrare questa volta sul titolo ora che i topi grossi stanno abbandonando la nave…