Oh mio Dio! APPLE vale tutta la Borsa italiana! Quali prospettive per le azioni italiane e quanto investirci sopra?

Ci si avvia a chiudere un 2014 in chiaroscuro per il mercato azionario italiano. Dopo un 2013 eccellente (chiuso con un +17,63%), il 2014, nel secondo semestre, ha quasi annullato i rialzi della prima parte dell’anno e a oggi la salita di Piazza Affari è del +3% circa.

Fra minimi e massimi l’oscillazione annuale è stata di oltre il 22%, della serie “allacciatevi le cinture”.

Rispetto ai massimi del 2000 la Borsa Italiana è ancora sotto del -54% mentre se si guarda all’indice azionario mondiale, l’MSCI WORLD, questo è invece ai massimi storici (si veda il confronto nel grafico sotto).

Se nel 2000 un risparmiatore avesse investito la stessa somma sull’Italia o sull’indice azionario mondiale oggi 100.000 sull’Italia sarebbero diventati 56.862 euro mentre sulle Borse mondiali 114.557 euro con cambio coperto.

graficoMSCIworld
Con oscillazioni del capitale molto accentuate normalmente perché investire non è mai una passeggiata: nel momento peggiore, infatti, investendo sull’Italia i 100.000 euro iniziali sarebbero diventati il 9 marzo 2009 34.633, mentre sulle Borse mondiali gli stessi 100.000 euro sarebbero diventati, sempre il 9 marzo 2009, 49.878 euro.

E stiamo parlando ora dell’andamento di un tipo di gestione passiva (“compra e tieni”) e non di quelli offerti in questi anni dai portafogli consigliati dalla nostra società (SoldiExpert SCF), sui portafogli modello o quelli della consulenza personalizzata, nettamente migliori come risultati e controllo del rischio.


Piazza Affari è una borsa sempre più periferica?

Un risparmiatore italiano quanto deve investire nella Borsa del suo Paese?

Qual è l’approccio da seguire sul mercato azionario italiano?

Sono argomenti che diverse volte abbiamo trattato in questi anni (qui parlando dell’home bias e qui e anche qui  e sono sempre attuali )  a chi ci segue dovrebbe conoscere il nostro pensiero: investire sulla Borsa italiana ha un senso. Ma non bisogna esagerare e legare il proprio destino finanziario solo al listino del Paese dove si vive e si lavora quando oggi è possibile diversificare su tutti i mercati e comparti del mondo.

Conoscete la frase di William Shakespeare ne “Il mercante di Venezia”?

«Le mie merci non son tutte stivate nel ventre d’un solo vascello, né tutte destinate ad un sol luogo, né dipende l’intera mia sostanza dalla buona fortuna di quest’anno», spiega Antonio, il Mercante di Venezia shakespeariano.

Diversificare (senza esagerare) ha un senso ed è un concetto conosciuto in tutte le epoche ed è facilmente intuitivo. Ma la diversificazione da sola non basta (ragione per cui nei nostri consigli d’investimento non ci affidiamo, contrariamente alla maggior parte dei consulenti, promotori, private banker, solo a questo concetto ma puntiamo a una gestione attiva…

Sì, VOGLIO CONTINUARE A LEGGERE

REGISTRATI GRATIS per poter visualizzare tutti i contenuti e ottenere l'accesso al SoldiExpert Club

* Il nome è un'informazione obbligatoria
* Il cognome è un'informazione obbligatoria
* Il tuo indirizzo email è un'informazione obbligatoria e sarà usato anche come nome utente di accesso al sito, quindi inserisci quello che usi maggiormente
Digita due volte la tua email per evitare errori.
Ti chiediamo il numero di telefono solo per contattarti in caso di problemi.
*Campi obbligatori

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI