MITTEL COLLOCA UN OBBLIGAZIONE CHE RENDE IL 3,75% ANNUO. E’ UN AFFARE?

Con i rendimenti dell’obbligazionario così risicati seppure in crescita dove un BTP a 10 anni rende il 2,12% e quello a 5 anni poco più dell’1% fa un certo effetto vedere un obbligazione che offre un rendimento del 3,75% con scadenza 5 anni (Isin it0005257784) come quella in collocamento a partire da venerdì 21 aprile da Mittel, società quotata a Piazza Affari.

ECCO COME VALUTARE QUESTA OBBLIGAZIONE MITTEL 2017/2023 

Su questo argomento Alberto Bolis su Binck TV ha chiesto l’opinione a Salvatore Gaziano, responsabile strategie d’investimento di SoldiExpert SCF alla luce di un forte interesse che questa obbligazione sembra suscitare sul mercato dei piccoli risparmiatori. E’ un affare?

Nel video tratto dalla puntata dedicata all’obbligazionario Salvatore Gaziano racconta alcune cose soprattutto sulla società emittente perchè chi investe in un’obbligazione dovrebbe guardare prima che al rendimento offerto all’affidabilità della società a cui si presta il denaro:.

  • Se compro il titolo per detenere il titolo in modo stabile nel portafoglio la società sarà in grado senza problemi di pagare le cedole e soprattutto restituire il capitale?
  • Come va il business della società?
  • In che settori opera e cosa dicono i bilanci?

 

A queste domande Gaziano da analista e consulente finanziario indipendente prova a offrire una risposta, mettendo in evidenza i pro e i contro.

Anche perchè la storia di questa società finanziaria dal glorioso passato ha subito nel corso degli ultimi anni diversi momenti non proprio esaltanti in termini di creazione di valore nonostante alcune figure di spicco del capitalismo italiano (soprattutto Giovanni Bazoli, attuale presidente emerito di Intesa Sanpaolo) ne hanno tessuto molte trame.

Oggi la società è guidata da Rosario Bifulco come amministratore, un top manager (anche azionista di Mittel con una quota di circa il 7%) che vanta un curriculum di tutto rispetto che sta cercando di cambiare totalmente pelle a questa società, razionalizzando tutta la struttura e ricominciando quasi da capo… ma con il peso di partecipazioni già detenute importanti da dismettere quasi totalmente in settori (si pensi all’immobiliare o quello creditizio) dove i compratori non sono così numerosi salvo accettare fortissimi sconti.

E i bilanci e le trimestrali di Mittel rendono l’idea del cammino in corso e della sfida contenuta nell’attuale piano industriale.

Senza dimenticare che quella in corso non è una semplice emissione obbligazionaria ma una parziale ristrutturazione del debito e qualcosa di più. La società passerà da avere 100 milioni di euro in bond collocati verso il pubblico a quasi 175 milioni di euro. E oggi la società ha poi debiti verso le banche per circa 75 milioni di euro.

Prima dell’emissione del bond la società ha una posizione finanziaria netta negativa per 62 milioni con un patrimonio netto di 257 milioni ma la società Mittel capitalizza a Piazza Affari poco più della metà.  Come dire che il mercato sconta che il valore reale di alcune partecipazioni potrebbe essere più basso e vi come si dice in gergo un “forte sconto holding”.

IL BOND MITTEL NEL DETTAGLIO. CON I SOLDI DEL NUOVO SI CERCA DI RIMBORSARE IL VECCHIO

Mittel vara in pratica un’operazione di ristrutturazione del proprio debito. E con parte dei soldi raccolti si andranno se l’operazione va a buon fine a restituire i soldi ai detentori di un altro bond emesse alcuni anni fa con cedola 6% annuo (IT0004936289).
 L’obiettivo dichiarato dalla società della parziale ristrutturazione del debito è quello di diminuire il costo del funding e di allungarne le scadenze, aumentando le risorse finanziaria disposizione.

Nel dettaglio Mittel lancerà un’offerta pubblica di sottoscrizione rivolta al pubblico indistinto e a investitori qualificati in Italia, nonché a investitori istituzionali all’estero, per un controvalore complessivo di 99 milioni che potrà essere innalzato a 124 milioni.

I proventi poi  a condizione che la raccolta arrivi fino ad almeno 99 milioni, saranno in parte utilizzati da Mittel per esercitare il rimborso sul 50% delle obbligazioni 2013-2019 al prezzo del 102% del nominale, operazione per la quale è stato stanziata una cifra di 51 milioni.

Nel contempo Mittel promuoverà sul restante 50% di obbligazioni 2013-19 in circolazione un’offerta di scambio con obbligazioni che saranno emesse alle stesse caratteristiche di quelle del 2017 e con un premio pari al 2% del valore nominale, per un controvalore di 51 milioni.

Si rimborsa carta emettendo altra carta e la società punta a creare un modello di business simile a quello di Tamburi Investment Partner più in piccolo contando su capitale raccolto a debito soprattutto dagli investitori retail.

Può stare in piedi questo modello di business o c’è un rischio da non sottovalutare di “esecuzione”?

Nel video Salvatore Gaziano spiega cosa gli piace (e non) di questa società e di questo bond…

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check up gratuito e una valutazione del tuo portafoglio

PARLA CON NOI