OVS e BANCA IFIS ai nuovi massimi.

Le quotazioni di Piazza Affari premiano nella seduta di inizio settimana soprattutto le società del nord Est con Banca Ifis e OVS che raggiungono i nuovi massimi storici.

Per la banca specializzata nel factoring l’ennesima conferma dopo una semestrale che ha visto l’utile netto salire del 165% e le parole dell’amministratore delegato, Giovanni Bossi, che hanno anticipato un possibile raddoppio dell’utile netto nel 2017 a quota 180 milioni circa.

Una banca quella basata a Mestre che in questi anni ha dimostrato di saper prima di tutte fiutare il vento e che è stata protagonista di un rialzo di Borsa eccezionale (una società che abbiamo spesso avuto nei nostri portafogli azionari Italia e di cui abbiamo spesso parlato, come in questo articolo, quando in molti la consideravano “solo un titolino”) , partendo da 7 euro per arrivare ai 44 euro attuali e che non ha sbagliato una mossa.

Puntando prima di tutte al digitale e alla banca senza sportelli con il lancio di un conto deposito (Rendimax), che vale oggi quasi 5 miliardi di euro di raccolta, individuando il filone dei “non performing loans” come un asset in cui investire massicciamente per fare utile, rilevando per pochi centesimi i crediti di difficile esigibilità di banche e finanziarie ben più blasonate che non riuscivano a farsi pagare. Ma anche comprendendo prima di tutto l’affare che le banche potevano fare acquistando massicciamente titoli di stato da rivendere poi dopo qualche anno alla BCE grazie alla politica attuata da Mario Draghi.

Sempre in Veneto c’è da segnalare il buon andamento di OVS che domani presenterà la semestrale. Il settore della vendita di abbigliamento attraverso catene e department store non sta attraversando a livello mondiale una fase brillante; tutt’altro. Ma questo marchio italiano ha saputo in questi anni lavorare molto bene su questo marchio ex Coin e portarlo a brillare con una redditività crescente e con linee di abbigliamento caratterizzate da un buon rapporto qualità prezzo. E con crescenti sinergie anche sul canale online dove si punta sempre più, utilizzando anche i negozi OVIESSE per fare promozioni attraverso gli scontrini.

Il fatturato organico cresce del 2%, ma le nuove aperture e l’espansione della rete potrebbero portare la quota di mercato secondo i progetti del management a valere il 10% di quota di mercato e a Piazza Affari dove c’è fame di titoli con multipli non esagerati questa storia piace dopo che sembra tramontata l’ipotesi di una cessione del pacchetto di controllo di cui si era sussurrato negli scorsi mesi.

Fra i titoli poi sempre protagonisti è ritornata alla ribalta ieri Telecom Italia dove l’ipotesi dello spezzatino e magari il coinvolgimento in questa partita di Enel Open Fiber e della Cassa Depositi e Prestiti piace al mercato e trova nel senatore Massimo Mucchetti, presidente della Commissione Industria del Senato un convinto sostenitore. E se in questo scorporo Vivendi riesce a trovare il modo di valorizzare un investimento come quello in Telecom Italia col 24% che è costato finora oltre 1 miliardo di euro di perdite “il n’y a pas de problème”.

Buone notizie poi dal Qatar che comprano 24 aerei da caccia dal consorzio Eurofighter dove l’italiana Leonardo (Finmeccanica) ha il piede dentro e il mercato valuta in circa 2 miliardi di euro di nuovi ordini il possibile beneficio in un settore come quello della difesa e aerospazio che è tornato sugli scudi.

Questi gli argomenti toccati da Salvatore Gaziano, responsabile strategie di investimento di SoldiExpert SCF, con Gualtiero Lugli nel consueto appuntamento Caffè Affari su Class CNBC (canale 507 di Sky)
Clicca sull’immagine sotto per il video della trasmissione di oggi:

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI