PERCHE’ LE TORTE SONO UNA CA…VOLATA PAZZESCA

Lo confesso odio le torte: no non quelle fatte in casa, quelle mi piacciono (soprattutto se non le faccio io, visto che ho una percentuale di successo del 20%, ovvero una su cinque mi viene bene). Sono le torte pubblicate sui giornali finanziari che non mi piacciono. Come questa per intenderci (ma ce ne sono milioni perché tutti i giornali finanziari le pubblicano) che ho visto recentemente all’interno di un pezzo intitolato “RICETTE Tre menu da replicanti: piatti facili e per tutti i palati”.

Torta

 

Questa non è una torta buona come quella della nonna perché da un peso predefinito e statico alle varie asset class (tot di azioni africane, tot di azioni Usa, tot di Giappone…) in un mondo come quello finanziario che

– Muta continuamente
– Di volta in volta da un premio al rischio diverso a ciascuna di queste componenti del portafoglio, ovvero agli ingredienti della torta.

Il “fritto misto”, è buono solo quello del ristorante
La torta suggerita è un po’ un “fritto misto” finanziario: si inserisce tutto e il contrario di tutto, l’oro come le Borse, i paesi emergenti e quelli sviluppati, l’America e l’Europa, le obbligazioni societarie in dollari e anche quelle in euro. E ogni volta che viene composta se si va a vedere bene il gestore “furbetto” cambia qualche pezzo: guardate per esempio il peso in questo delle azioni dei Paesi Emergenti… Uno o 2 anni fa il consiglio sarebbe stato probabilmente un peso superiore. Ed è inutile ricordarvi che nell’ultimo anno e mezzo le azioni dei paesi emergenti (come le obbligazioni) hanno avuto un andamento molto deludente.

Ben che vada l’investitore che segue questa torta guadagnerà come il mercato se si verificano le seguenti ipotesi

– i mercati salgono
– la capitalizzazione delle varie Borse suggerite sale alla stessa maniera o come singole componenti (il Giappone sale dell’x% come l’America, l’Europa e l’Africa) o complessivamente (il mercato sale il 3%, le azioni africane che pesano per il 2,5% sul portafoglio perdono il 3% e le azioni Asia che pesano sempre per il 2,5% guadagnano il 9%).

Ma se il mercato non sale? Che ne sarà della torta? E se sale ma premia in modo molto più importante alcune componenti come le azioni africane a cui è stato dato un peso basso all’interno del portafoglio? E se i paesi emergenti da cui dipende a livello azionario il 10,5% del portafoglio crollano? L’investitore perderà molto più del mercato.

Specularmente se il mercato dovesse invece salire ma non in modo omogeneo ovvero secondo l’impostazione della torta il risparmiatore perderà opportunità di guadagno. Se le Borse europee dovessero fare molto meglio di quella americana o dei Paesi Emergenti questo investitore sarà comunque…

Sì, VOGLIO CONTINUARE A LEGGERE

REGISTRATI GRATIS per poter visualizzare tutti i contenuti e ottenere l'accesso al SoldiExpert Club

* Il nome è un'informazione obbligatoria
* Il cognome è un'informazione obbligatoria
* Il tuo indirizzo email è un'informazione obbligatoria e sarà usato anche come nome utente di accesso al sito, quindi inserisci quello che usi maggiormente
Digita due volte la tua email per evitare errori.
Ti chiediamo il numero di telefono solo per contattarti in caso di problemi.
*Campi obbligatori

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI