Perdere denaro prestando denaro per colpa delle Banche Centrali

I programmi delle grandi banche centrali causano la perdita di denaro agli investitori che prestano denaro. Guillame Benoit spiega perché

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Dal principale giornale economico finanziario francese Les Echos, il giornalista Guillame Benoit tratta gli effetti degli acquisti delle obbligazioni da parte delle banche centrali nel mondo.

Secondo il giornalista Benoit è in crescita il controllo delle banche centrali sul mercato obbligazionario. Quest’anno le grandi banche centrali hanno iniettato una grande quantità di liquidità nei mercati, attraverso i loro acquisti di obbligazioni. Ciò si dimostra essere una risposta forte alla pandemia da Covid-19, ma che aumenta ulteriormente la dipendenza degli investitori.

Le banche a cui si fa riferimento, la Federal Reserve statunitense, la Banca del Giappone, la Banca d’Inghilterra e la Banca centrale europea (BCE) hanno immesso dalle banche centrali nei mercati attraverso i loro programmi di acquisto di titoli (cosiddetto Quantitative Easing) più di 6,5 trilioni (6550 miliardi) di dollari. I loro acquisti hanno riguardato principalmente il debito pubblico.

La Fed ha persino acquistato obbligazioni con rating scadente, i cosiddetti junk bond, acquistando fondi indicizzati (ETF) relativi a questa classe di attività.

In Europa, il programma di acquisto per l’emergenza pandemica (PEPP), è passato da un valore di 750 miliardi di Euro a un valore di 1850 miliardi di Euro. Ciò ha permesso di riportare la calma al mercato europeo, offrendo ai governi condizioni di prestito eccezionali, ma provocando l’entrata dei tassi in territorio negativo. Sia i tassi tedeschi che quelli francesi sono al di sotto dello 0%.

Una “tassa” su alcuni investitori

Sempre di più i tassi negativi sono visti come una “tassa su alcuni investitori che non hanno altra scelta che investire in titoli molto sicuri. E di fatto stanno perdendo denaro prestandolo.

Inoltre, spingendo gli investitori in investimenti più rischiosi in massa, provoca un aumento vertiginoso dei prezzi di queste attività decorrelando rischio e rendimento. Anche le aziende più fragili trovano finanziamenti a tassi storicamente bassi.
… continua a leggere su SoldiExpert Lab