QUEI PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI (PIP) CHE MANGIANO 1/5 DELLA TUA PENSIONE FUTURA

QUEI PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI (PIP) CHE MANGIANO 1/5 DELLA TUA PENSIONE FUTURA

La previdenza complementare si rivela un grande business per reti e società di gestione: i costi che vengono caricati sui piani individuali pensionistici, i cosiddetti PIP hanno – scrive Marco lo Conte su Il Sole 24 Ore – costi mediamente superiori di 4 volte quelli dei fondi negoziali per i comparti garantiti, di oltre 5 volte per quelli obbligazionari, di sei volte per i comparti bilanciati e per oltre 7 volte per quelli azionari.

L’alternativa ben più economica rispetto ai cosiddetti PIP, i piani individuali pensionistici proposti dalle compagnie assicurative, è rappresentata, per chi non dispone di fondi di categoria che sono sempre la scelta migliore, dai fondi pensione aperti.

 

 

Per dare un’idea della differenza dei costi per un profilo azionario, adatto a chi ha molti anni che lo separano dalla pensione, un fondo pensione negoziale (quello di categoria per intenderci) costa mediamente lo 0,38%, un fondo pensione aperto l’1,71% e un piano individuale pensionistico (un PIP) il 2,71% ma ci sono PIP proposti da compagnie assicurative che arrivano a costare il 4,07%.

Un PIP, un piano individuale pensionistico si rivela sempre il prodotto più caro sul mercato, e può decurtare anche il 20% della pensione futura. Un grande affare per chi lo propone, un bel salasso per chi lo sottoscrive.

Covip (l’autorità sui fondi pensione) docet.

Dai un’occhiata a questo articolo del Sole24Ore sull’argomento!

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI