Piazza Affari al top in Europa fra le borse. Fincantieri superstar

Nuovi massimi per Piazza Affari che si conferma fra i listini più forti nel 2017 del Vecchio Continente e vede l’indice Ftse Mib ai massimi dal dicembre 2015, seppure dai massimi assoluti del maggio 2007 il gap resti enorme e pari quasi al 50%. Molto più forte l’andamento delle medium cap (Ftse Mid Cap) che sono solo all’8% dei massimi assoluti.

Ma i portafogli azionari italiani (vedi qui), che seguono le nostre strategie attive, hanno ottenuto nel tempo risultati ben superiori senza andare solo e semplicemente (nel bene e nel male) al rimorchio degli indici, come la maggior parte assoluta dei fondi azionari del settore.

Diversi sono i temi che sostengono il listino tricolore e fra questi il motore dell’economia interna e della produzione industriale che hanno ripreso a muovere i pistoni della locomotiva Italia in modo meno impercettibile che nel passato seppure la crescita italiana resti fra le più basse in Europa.
Le valutazioni delle società quotate italiane restano comunque in termini relativi fra le più basse del Vecchio Continente e questo spiega anche perché fra gli investitori stranieri il flusso di acquisti resta elevato mentre la domanda interna è in parte “drogata” dall’effetto Pir.

Fra le storie societarie continua a tenere banco la vicenda Fincantieri-STX dove, come abbiamo anticipato nelle scorse settimane, questa partita a 2 potrebbe diventare a 3 se non addirittura a 4 con il coinvolgimento della parte navale civile e militare italo-francese nella direzione di un polo della difesa. Solo nel civile questo gigante varrebbe quasi il 50% del mercato mondiale e le sinergie e possibilità di crescita ulteriori sarebbero notevoli anche per la parte militare (Naval Group).

Ieri, intanto, Fincantieri è salita del 5% grazie alla nuova commessa da 300 milioni di euro per una nuova nave da crociera di lusso e il portafoglio ordini già oggi garantisce a Fincantieri 10 anni di lavori tanto che nel cantiere di Porto Marghera per stare dietro al picco di ordini hanno richiamato al lavoro persino alcuni operai già andati in pensione.

Dall’altra parte del mondo, invece, ha fatto notizia il tonfo di Prada che ha perso ieri il 12% dopo la diffusione nel fine settimana di pessimi dati semestrali. Il Diavolo non sembra vestire più Prada ma Gucci e in Asia anche Moncler dato che la società italiana specializzata in abbigliamento invernale e piumini ha superato, proprio in questo continente, il 40% delle vendite e forte di una redditività eccezionale ha visto in questi giorni il titolo superare nuovi massimi a Piazza Affari. Solo la vendita di un pacchetto del 9,5% detenuto dal fondo di private equity Eurazeo (a settembre dello scorso anno aveva ceduto già un pacchetto del 6% a 15,34 euro) potrebbe forse rovinare la festa, visto che dal punto di vista tecnico e dei fondamentali il titolo sembra fortissimo in questa fase.

Più complicata è la situazione di Telecom Italia che si trova ad affrontare un periodo non facile da quando è entrata nell’orbita di Vivendi. Ora sembra che il governo italiano stia facendo sul serio per esercitare la cosiddetta “golden share” e di fronte a questo scenario Vivendi sarebbe intenzionata a notificare il controllo su TIM, fino a oggi considerato non dovuto, al fine di anticipare la decisione del governo sul tema ed evitare una possibile multa da 300 milioni di euro.
Dopo la notifica il governo avrebbe fino a tre mesi per valutare l`esercizio del golden power, in considerazione del valore strategico della rete di telecomunicazione nazionale e di Telecom Sparkle, la rete di cavi in fibra ottica di 500.000 chilometri che collega il nostro Paese al mondo.
Una “nazionalizzazione” di questo asset potrebbe significare per Telecom Italia la vendita obbligata di un asset valutato circa 2,5-3 miliardi di euro, ma anche la perdita di un pezzo pregiato della scacchiera.

Di questo e altro ancora ha parlato Salvatore Gaziano, responsabile strategie di investimento di SoldiExpert SCF, nel consueto collegamento con Caffè Affari su Class CNBC (canale 507 di Sky) con Marina Valerio alla conduzione.

Di seguito il video integrale:

Il Blog di SoldiExpert SCF

Cerchi consigli per investire in modo
intelligente i tuoi risparmi?

Affidati ai professionisti della
consulenza finanziaria indipendente di
SoldiExpert SCF

PARLA CON NOI

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo appuntamento telefonico gratuito con uno dei nostri consulenti

PARLA CON NOI