Rialzo delle materie prime, un rischio per i titoli legati alla transizione energetica

Conviene investire nelle aziende esposte alla transizione energetica? Ecco gli impatti causati dall'aumento dei prezzi delle materie prime

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

TOL Summit 2021

Ci sono ancora buoni motivi per investire nelle aziende esposte alla transizione energetica? Il fatto che i prezzi delle materie prime stiano vivendo una fase rialzista potrebbe essere un rischio? Rispondiamo grazie al contributo di Mark Lacey, strategist di Schroders, uno dei principali gruppi finanziari globali.

Secondo Schroders continuano ad esserci validi motivi per investire nelle aziende esposte al tema della transizione energetica. Le politiche di supporto dei governi e la visibilità degli investimenti stanno aumentando di giorno in giorno.

L’interesse degli investitori in quest’area continua ad essere molto forte. Dato il recente e sano calo dei prezzi delle azioni, gli esperti ritengono che anche che il trade off tra rischio e rendimento in questo segmento sia migliorato notevolmente negli ultimi mesi.

Tuttavia, ribadiscono che è bene essere cauti. Ci sono infatti alcuni potenziali minacce che potrebbero interessare quest’area.

Gli investimenti azionari sono sempre soggetti a rischi esterni, come valutazioni di mercato e volatilità, e interni, come la conduzione delle singole aziende.

In questa fase l’inflazione e il suo impatto sui costi di produzione e sulla gestione delle catene di approvvigionamento rappresenta senza dubbio uno dei maggiori venti contrari esterni per tutti i settori. E per questo, gli analisti non si aspettano che il settore della transizione energetica ne sia immune.

 

I prezzi delle materie prime in aumento: qual è l’impatto?

 

Per spiegare l’impatto che i prezzi delle materie prime gli esperti prendono come esempio una società che fornisce apparecchiature elettriche, turbine eoliche o persino pile a combustibile. Tutte queste aziende sono esposte all’aumento dei prezzi dell’acciaio, dell’alluminio o del rame.

I recenti aumenti dei prezzi delle materie prime sono senza precedenti, in termini sia di portata e che di velocità temporale, e riguardano i settori dei metalli, dell’agricoltura e dell’energia (in questo articolo abbiamo approfondito questo tema).

… continua a leggere su SoldiExpert Lab

SoldiExpert LAB SoldiExpert LAB