Perché grazie a profitti delle aziende migliori delle attese il mercato salirà

Se la pandemia sarà tenuta sotto controllo le aziende potranno superare le aspettative facendo ripartire il mercato. Un report di UBS

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Se i piani vaccinali e il virus sarà tenuto sotto controllo, è probabile che la ripresa economica metta il turbo permettendo alle aziende di superare le aspettative in termini di utili. Se ciò avverrà il mercato finanziario crescerà: lo afferma un report della banca di investimento svizzera UBS.

Alla luce di alcuni segnali incoraggianti, la fase peggiore della pandemia potrebbe essere passata. Nelle quattro settimane all’8 febbraio i nuovi casi di coronavirus in tutto il mondo sono scesi di più del 40%, da oltre 5,1 milioni a 3 milioni: in diversi Paesi tra cui Cina, Stati Uniti, Germania e Regno Unito i nuovi casi giornalieri si attestano sotto i livelli di inizio dicembre.

Soprattutto, sono in calo anche i ricoveri ospedalieri, che negli Stati Uniti e nel Regno Unito sono diminuiti rispettivamente di circa il 40% e il 30% dai massimi registrati a gennaio.

Secondo UBS le vaccinazioni fanno sperare che la riduzione del tasso di ospedalizzazione sia duratura. In termini di vaccini, all’8 febbraio era stata iniettata almeno una dose al 10% dei cittadini americani e al 19% di quelli britannici.

In Europa, invece, i programmi vaccinali procedono a ritmo più lento a causa dei problemi relativi alle forniture, ma i ricoveri mostrano comunque una traiettoria discendente in Germania, Italia, Belgio e Paesi Bassi.

Il grafico seguente mostra come all’aumentare delle vaccinazioni, i ricoveri, negli Stati Uniti e Regno Unito diminuiscono.

Aumento delle vaccinazione e riduzione dei ricoveri negli Stati Uniti e Regno Unito

Il Presidente Joe Biden ha dichiarato che gli Stati Uniti potrebbero non ottenere l’immunità di gregge prima della fine dell’estate, ma, secondo UBS, un tasso di ricoveri abbastanza basso da consentire la riapertura delle attività e la ripresa dell’economia potrà essere raggiunto entro aprile negli Stati Uniti ed entro giugno in Europa.

Secondo gli esperti di UBS uno dei rischi per questo scenario è legato alle mutazioni del virus: la cosiddetta “variante inglese”, che sembra contagiare il 35-50% in più rispetto al virus originale, rappresenta meno del 5% dei casi negli Stati Uniti, ma si diffonde rapidamente.

… continua a leggere su SoldiExpert Lab