Quattro anni di vacche magre per le banche europee

Quali previsioni si fanno per il settore bancario e in quali Paesi si vede la situazione peggiorare? Uno studio McKinsey rivela

MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF

Scopri cosa possiamo fare per il tuo piccolo o grande patrimonio e contattaci per fissare un primo check-up gratuito o una valutazione del tuo portafoglio

Il peggior settore da inizio anno a livello borsistico europeo? Quello bancario con l’indice Eurostoxx 600 Bank in calo di quasi il -40% e fra i pochi che non hanno nemmeno rimbalzato dai minimi di metà marzo.

Le prospettive? Fosche secondo McKinsey nonostante il fatto che ora tutte le banche stanno lavorando a pieno ritmo sul fronte intermediazione del credito mobilitate dai governi nazionali per sostenere l’economia. Ma la crisi attuale si sta rivelando un’estenuante corsa a lunga distanza e la pendenza promette di essere ripida per il settore bancario europeo spiega questa mattina una bella analisi pubblicata sul quotidiano francese Les Echos.

Questa è la conclusione degli esperti McKinsey in un rapporto pubblicato mercoledì, che analizza la situazione in Germania, Francia, Italia, Spagna e Regno Unito.

Secondo una delle più famose società consulenza al mondo e che si basa su uno scenario di calo del PIL dell’11% nell’area dell’euro nel 2020, le banche potrebbero subire una crisi più grave di quelle del 2008 o del 2010, con un calo dei ricavi del 42% nel periodo 2020-2021.

Continua a leggere su…

Continua a leggere l'analisi su SoldiExpertLAB Continua a leggere l'analisi su SoldiExpertLAB